Tutti alle urne!

Si vota. Finalmente. Dopo settimane e settimane di polemiche, opinabili reciproche accuse e tanto veleno, gli italiani saranno chiamati a esprimere il loro parere in merito ai Presidenti e ai Consigli delle Regioni. Saranno circa 41 milioni le persone che avranno il diritto di votare, ammesso che ne abbiano la voglia: è assai probabile che ci sarà un elevato grado di astensionismo, bisognerà solo stare a guardare chi ne beneficierà. Altro dato di sicuro interesse è l’indicatore politico in genere rappresentato dalle elezioni Regionali: nel 2005 su 13 regioni, 11 finirono nelle ‘tasche’ del centrosinistra.

Le elezioni di svolgeranno, come da prassi negli ultimi anni, in due giorni: domenica dalle 8 di mattina alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura delle urne e, nei comuni ove saranno presenti contemporaneamente più elezioni (Provinciali e Comunali), le Regionali avranno comunque la priorità. 

Marco Proietti