Haiti-Nazioni Unite, aperta conferenza per stanziamento fondi

Renè Preval, Hillary Clinton e Ban Ki-Mun

New York, 31 Marzo – Dopo il sisma avvenuto lo scorso 12 gennaio, che ha provocato 222.570 morti e danni per 7,754 miliardi di dollari, presso il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite è stata aperta oggi dal segretario dell’ONU Ban Ki-Mun la conferenza internazionale per la ricostruzione di Haiti. Al tavolo degli oratori, assieme a Ban Ki-Mun, oltre al segretario di Stato Usa Hillary Clinton ed il presidente haitiano Rene’ Preval, hanno partecipato anche diversi ministri degli Esteri provenienti dai paesi membri dell’ONU. E’ stato proprio il presidente haitiano Preval a presentare al consesso un piano di ricostruzione del suo paese per i primi 18 mesi: per questo primo periodo è stato previsto come necessario dalle stime lo stanziamento di 3,9 miliardi di dollari. Per il lungo periodo invece (i prossimi 10 nni), il governo haitiano prevede che le risorse necessarie saranno circa di 11,5 miliardi di dollari.

“Raccogliere le risorse necessarie per la ricostruzione” è l’obiettivo del vertice, così come spiega il portavoce dell’Onu, Martin Nesirky.

Emiliano Tarquini