Emma Marrone, Intervistata da Tgcom “una leader coi piedi per terra”

Ha alle spalle il disco di platino, oltre 90mila copie vendute del suo primo disco “Oltre” e la vittoria ad “Amici”. Ma Emma va dritta per la sua strada: “Rimango coi piedi per terra, oggi sono alle stelle ma domani posso cadere”, dice a Tgcom. Pensa già a un prossimo progetto discografico con duetti “assieme a Pierdavide Carone ed Alessandra Amoroso” mentre sul flirt con il ballerino Stefano risponde sibillina: “Lo scopriremo solo vivendo…”.

Capelli raccolti, molto più bella e magra dal vivo che in televisione. E determinata, eccome se è determinata Emma Marrone, 26 anni e fresca vincitrice del talent show di Canale 5. La cantante ha iniziato a 20 anni a far musica concretamente ma al tempo stesso è sempre stata indipendente, grazie ai lavoretti che ha fatto saltuariamente. E’ raro trovare un vincitore o finalista di un talent show con le idee così chiare sul futuro e con in tasca un piano B, qualora le cose andassero male.

E se il successo dovesse finire da un momento all’altro?
Non c’è problema torno a casa e continuo a far musica. Lavorare in questi anni mi ha insegnato cosa è la fatica vera, capire le persone che si svegliano alle sei del mattino per portare il pane a casa. Far musica non è un lavoro ma una gioia. Tutte le esperienze lavorative che ho fatto mi hanno insegnato a rimanere coi piedi per terra. Un giorno ti trovi alle stelle ma poi basta un attimo per cadere per terra, di questo ne sono consapevole.

Per ora il tuo album Oltre ha messo a segno quasi 90mila copie vendute. Com’è nato questo progetto?
Ho ascoltato un sacco di provini insieme ai miei discografici, che mi hanno lasciato piena libertà di scelta e non mi hanno mai imposto nulla. Il lavoro di squadra è stato importantissimo e se le persone amano questo disco non posso che esserne felice.

Stai già pensando al prossimo disco?
Mi piacerebbe un progetto discografico pieno di duetti e tante collaborazioni. Su tutti con Pierdavide Carone che mi piace molto e anche Alessandra Amoroso che adoro. Credo che l’impasto della mia voce con quella di Alessandra potrebbe essere una bella sorpresa. Mi ha fatto molto piacere che mi abbia subito abbracciata forte, dopo la proclamazione della mia vittoria.

Hai duettato con Anna Oxa e Craig David. Che impressione ti hanno fatto?
Anna è una donna umile e dolcissima, ha detto che mi sentiva come fossi sua figlia. Mi ha raccontato un sacco di cose e mi sono emozionata cantando con lei. Craig David è quasi mio coetaneo, io ho 26 anni e lui 28. Abbiamo provato un sacco di volte la canzone che abbiamo cantato e mi sono ‘liberata’ perché ogni volta la interpretavamo in maniera diversa.

Con il ballerino Stefano è vero amore o solo amicizia?
Chi lo sa, chi può dirlo… Lo scopriremo solo vivendo.

Al termine dell’intervista Emma parla a ruota libera dei talent show e della discografia. “I talent show sono delle realtà molto importanti per chi fa musica. Oggi tutti creano canzoni con i programmi all’avanguardia direttamente da casa. I talent possono servire a fare una sorta di cernita tra chi è veramente meritevole e chi no. Quando ho fatto il provino eravamo in 20 mila!”. Ma non crede che i discografici debbano anche tornare a scovare i talenti nei locali o in giro? “Certo, sarebbe bello che prendessero il pulmino e andassero in giro a trovare i talenti come una volta. Io ho cantato ai matrimoni, alle sagre, alle feste, nei locali di un certo tipo e in quelli dove c’era il signore che mangiava la salamella mentre mi esibivo. In tutti questi anni nessuno mi ‘ha notata’. Io stessa ho visto una volta buttare centinaia di demo in un cestino, senza che fossero mai ascoltati. Con Pierdavide Carone abbiamo parlato moltissimo di questi temi e lui mi ha detto ‘Emma, sai che ho spedito il mio demo a tutte le case discografiche solo qualche mese fa? E non sono mai stato preso in cosiderazione? Oggi invece…”.

Intervista Tgcom