Volley donne: Bergamo campione d’ Europa, Istanbul piegata al tiebreak

Una Foppapedretti perfetta, decisa, aggressiva, entusiasmante ha conquistato il settimo sigillo europeo della storia del Volley Bergamo, il secondo consecutivo dopo il successo dello scorso anno a Perugia.

Quest’anno lo scenario è stato quello della Costa Azzurra: sul palcoscenico di Cannes, le turche del FenerbahceAcibadem Istanbul si sono inchinate alle stelle della Foppapedretti, tutte protagoniste, tutte decisive. Spietate nei momenti fondamentali. E la vittoria è stata ancor più bella perché sofferta. Perché, come ogni cosa preziosa da conquistare, ha richiesto un grande cuore e un grande coraggio per essere raggiunta.
Rispettato il sestetto di partenza della semifinale con Novara, la Foppapedretti è partita decisa, con Arrighetti e Del Core a rispondere a Osmokrovic e a portare a Bergamo il primo set. E l’onda rossoblù è continuata nel secondo parziale, con la sola Osmokrovic a tenere vivo il fronte turco e la Foppapedretti invece con tutti i terminali di attacco pronti a mietere punti, da Ortolani a Piccinini.
Il terzo set è stata una storia a sé: le turche hanno tirato fuori l’orgoglio e hanno approfittato di ogni palla per strappare il parziale alle bergamasche.
Il momento di appannamento è proseguito nel quarto set, fino al 7-1 per il Fenerbahce, poi l’ingresso di Bosetti e Fanzini per far rifiatare Del Core e Ortolani e una fiammata di Piccinini sembravano aver rimesso in carreggiata la Foppapedretti. Ed è stata battaglia: Istanbul a cercare di portare il match al tie break, Bergamo decisa a chiudere i giochi e a tentare di invertire la rotta con il cambio in regia Lo Bianco-Serena. Gamova ha però iniziato a macinare punti e le rossoblù hanno dovuto arrendersi sul 25-20.
Ma nel quinto set tutte le forze rossoblù si sono scatenate: i muri di Furst e Arrighetti, gli attacchi di Del Core, Piccinini e Ortolani, la sapiente regia di Lo Bianco e i recuperi di Merlo hanno tolto tutte le energie al Fenerbahce che si è inchinato sul 15-9.
E’ stata ancora una volta la vittoria del made in Italy: con la sola tedesca Furst in campo, la Foppapedretti ha fatto delle atlete italiane la sua forza e dei suoi splendidi tifosi una marcia in più. Le bandiere rossoblù hanno sventolato altissime al Palais des Victoires e incessante è stato l’urlo degli oltre quattrocento bergamaschi accorsi a Cannes per vedere la Foppapedretti salire ancora una volta sul trono d’Europa.

FENERBAHCE ACIBADEM ISTANBUL-FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (22-25 21-25 25-22 25-20 9-15)
FenerbahceAcibadem Istanbul:
Soroglu n.e., Yeldan (L), Dikmen, Dirickx 8, Blom 1, Tokatlioglu 12, Gamova 17, Rasna 9, Osmokrovic 32, Erdem 6, Aydemir, Tanil n.e. All. De Brandt
Foppapedretti Bergamo: Ortolani 20, Fanzini 2, Serena 2, Carrara (L) n.e., Furst 11, Merlo (L), Bosetti 2, Piccinini 22, Arrighetti 8, Lo Bianco 2, Del Core 17, Zambelli n.e. All. Micelli
Arbitri: Zorica Bjelic (SRB) e Béla Hobor (HUN)
Durata set: 25’, 31’, 27’, 28’, 18’
Battute Vincenti: Istanbul 6; Bergamo 5
Battute Sbagliate: Istanbul 10; Bergamo 5
Muri: Istanbul 13; Bergamo 16
Spettatori: 4.000