Urbanisti architetti ed esperti internazionali si confrontano a roma per ridisegnare il futuro della città capitolina

Si apre l’8 aprile per chiudersi il 9 la conferenza cittadina voluta dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, con le più alte personalità dell’urbanistica e dell’architettura internazionale.

La due giorni si inserisce all’interno del Progetto Millennium, lanciato dall’Amministrazione capitolina il primo dicembre scorso, con il fine di realizzare 10 progetti strategici per la città di Roma. Filo conduttore, ripensare e ridisegnare insieme il futuro di Roma nei prossimi dieci anni.

Obiettivo degli incontri, nello specifico, sarà quello di raccogliere contributi e suggerimenti dai più importanti rappresentanti dell’architettura e dell’urbanistica contemporanea che siano frutto della più ampia libertà creativa, cioè espressi a partire dalle loro esperienze e dalla loro concezione della città e della loro idea di Roma. Suggestioni ed indirizzi che potranno essere quindi la base per formulare successivi bandi di idee o progetti da sottoporre all’attenzione internazionale e condurre così alla realizzazione di opere contemporanee di qualità architettonica che possano arricchire il patrimonio della città e la cui fruizione possa incidere positivamente sulla qualità della vita dei cittadini.

Siamo alla quinta tappa del Progetto Millennium, percorso iniziato a marzo 2009 con la presentazione del secondo Polo Turistico della Capitale, proseguita con la presentazione del Nuovo Sistema Aeroportuale Romano ad ottobre 2009, con la Conferenza Cittadina sul Piano Strategico per la Mobilità sostenibile, sempre ad ottobre 2009, e con il workshop del dicembre 2009 con Jeremy Rifkin sul Piano di azione energetico e ambientale per la Città di Roma.

Quanto ai temi della conferenza cittadina dei prossimi giorni, si comincerà l’8 discutendo di “Città Storica: le aree dismesse come provocazione di sviluppo“. Dopo il saluto del Sindaco Alemanno seguiranno le relazioni introduttive di Marco Corsini, Assessore all’Urbanistica; Errico Stravato, Direttore del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica. Successivamente i lavori saranno coordinati da Amedeo Schiattarella, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Roma, con gli interventi di Richard Burdett, Santiago Calatrava, Peter Calthorpe, Stefano Cordeschi, Roberto D’Agostino, Bruno Dolcetta, Massimiliano Fuksas, Leon Krier, Richard Meier, Paolo Portoghesi. La sessione pomeridiana sarà quindi coordinata da Giuseppe Pullara, Giornalista.

Le discussioni proseguiranno il 9: sotto i riflettori il tema “Periferie: dall’espansione alla ricostruzione dell’identità“. Apriranno i lavori le relazioni introduttive di Fabrizio Ghera, Assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie; Francesco Coccia, Direttore del Dipartimento Politiche per la Riqualificazione delle Periferie. Sotto la guida di Livio De Santoli, Preside della Facoltà di Architettura di Roma alla Sapienza di Valle Giulia, interverranno poi: Richard Burdett, Santiago Calatrava, Peter Calthorpe, Matteo Colleoni, Stefano Cordeschi, Bruno Dolcetta, Massimiliano Fuksas, Zaha Hadid, Franco Karrer, Leon Krier, Franco Martinelli, Richard Meier, Renzo Piano, Paolo Portoghesi.

La sessione pomeridiana sarà coordinata da Paolo Colarossi, Professore ordinario di Urbanistica alla Facoltà di Ingegneria di Roma La Sapienza e i lavori si concluderanno alle 17.30 con l’indirizzo di saluto finale di Giovanni Alemanno.

(s.d.f.)