Gran Bretagna, invasione di meduse

Banchi di velenosissime meduse si stanno muovendo sulle coste del Regno Unito, minacciando la stagione balneare e la fauna marina. Sono le famigerate Pelagia noctiluca, e sembra siano giunte in Gran Bretagna per via del riscaldamento delle acque marine.

La Pelagia noctiluca è una medusa, comunemente chiamata “medusa luminosa”, che vive nell’Atlantico e nel Mediterraneo, e che può creare banchi estesi per migliaia di chilometri quadrati, fiorendo improvvisamente se le acque sono sufficientemente calde e ricche di nutrimento da consentirlo. Ma se queste esplosioni sono visibili nel Mediterraneo e presso i Caraibi, ora stanno diventando sempre più frequenti anche nelle regioni settentrionali dell’Oceano Atlantico. Le coste britanniche hanno infatti registrato un aumento pari ad 1°C nella temperatura dell’acqua marina dal 2002.

Il rischio è serio, non tanto per i bagnanti (l’Inghilterra non è di certo nota come località balneare) quanto per gli allevamenti marini. In un caso, sono morti migliaia salmoni a causa di queste meduse. Nel novembre del 2007 infatti questa medusa si è resa protagonista di un’invasione mai vista in precedenza, circa 26 km quadrati di mare pieni di miliardi di queste meduse, che con il loro passaggio hanno ucciso circa 100.000 salmoni provocando un danno di oltre un milione di sterline.
Il trend di crescita sembra pericolosamente aumentare, come riportano i ricercatori Priscilla Licando e Richard Kirby.

“Studiando il plancton abbiamo dimostrato come le meduse chiamate Pelagia noctiluca sembrano essere la specie più presente nei nostri campioni di acqua marina quando l’esplosione demografica si verifica nell’Atlantico nord-orientale” sostiene Kirby. E continua: “Crediamo che l’aumento della temperature del mare possa influenzare l’abbondanza delle meduse intervenendo sulla loro riproduzione. Era già noto che le Pelagia noctiluca e meduse simili si riproducono più velocemente in acque più calde. Le previsioni per il cambiamento climatico suggeriscono che i mari attorno alle coste inglesi diventeranno più caldi”.

La Pelagia noctiluca è una medusa di colore marrone-rosato con un ombrello di circa 10 centimetri di diametro e dotata di 8 tentacoli estremamente urticanti, lunghi fino a 30 centimetri. E’ un organismo bioluminescente, in grado di produrre luce attraverso una serie di organi che sfruttano una reazione chimica per creare una luminosità verdastra.

Un’invasione si è verificata anche in Italia nel 2009, quando milioni di meduse hanno invaso le coste liguri, rendendo off-limits il bagno nel Mar Ligure. Il solo contatto di striscio con i suoi tentacoli può causare dolore intenso, ma anche il suo ombrello risulta urticante.

Daniele Bagnoli