Cina: Vendesi appartamenti di 2 metri quadri

Dal settore immobiliare cinese arriva una notizia che ha dell’incredibile.
In tempi di crisi e vista l’altissima densità di persone, gli edifici residenziali nella zona centrale di Pechino stanno diventando sempre più piccoli e, di conseguenza, anche gli appartamenti subiscono una sostanziale riduzione di metratura. A tal punto che, secondo i media locali, nonostante le ridotte dimensioni, l’interesse per questo genere di alloggio sia alto e proprio pochi giorni fa si sia trovato il primo inquilino di questi “appartamenti-capsula”.
L’ideatore di questo micro-appartamento sarebbe un certo Huang Rixin, un ingegnere in pensione, che appresa l’esistenza dell’Hotel Capsula giapponese ha deciso di importare l’idea in Cina.
Secondo il 78enne Huang, l’obbiettivo di questi appartamenti è di soddisfare i bisogni abitativi di studenti e neo-laureati in cerca di lavoro offrendo un posto per la notte a poco prezzo.
Per “soli” 250 yuan, (circa 25€ n.d.r.) all’inquilino Zhang Qi, viene offerta una stanza di 2 metri quadri senza finestre e pareti in cartongesso, con posto a sufficienza per un letto singolo ed un tavolino.
Zhang sembra aver preso con filosofia la sua nuova “casa” dichiarando che dopo un’iniziale difficoltà ad adattarsi alla mancanza di spazio ed al freddo, ora si trovi a suo agio e stia addirittura pensando di decorare le pareti.
Contento lui…

Dany Rastelli