Augusta, Mickelson vince il torneo Tiger quarto: “Ora stacco la spina”

Phil Mickelson ha vinto il Masters di Augusta. L’americano ha allungato nel finale e con un -16 complessivo ha conquistato la terza giacca verde precedendo di 3 colpi l’inglese Lee Westwood, splendido rivale fino alla fine. Al terzo posto, con -12, si è piazzato il giovane americano Antony Kim, protagonista di un gran finale.

Io amo questo posto. Amo venire qui. Mi piacciono le domeniche ad Augusta. E’ sempre stato un torneo snervante, lo era negli anni ‘90 e lo è stato anche questa volta. Ma mi piace, sono riuscito a giocare il mio miglior golf in questo weekend, sono veramente soddisfatto” – spiega Mickelson che a fine gara corre ad abbracciare la moglie.

Quarto posto per Tiger Woods, che chiude il Masters a -11 a pari merito con il coreano K.J. Choi. Un grandissimo risultato dopo le note vicissitudini degli ultimi mesi, anche se Tiger ovviamente avrebbe voluto vincere. “Niente da fare, non ce l’ho fatta. Ero venuto qui per vincere ma ho commesso troppi errori, ho sbagliato qualche colpo di troppo e alla fine non sono riuscito a vincere il torneo” – le parole della Tigre. Ora Tiger vuole «staccare la spina per un po’». Troppa la tensione vissuta in questi giorni di Augusta. Troppa l’attenzione, troppa la pressione

Gli italiani Francesco Molinari e Matteo Manassero hanno chiuso rispettivamente a +3 e a +4 i Masters di golf di Augusta, in Georgia, classificandosi tra i primi 40 giocatori del torneo. Il primo ha chiuso in 30esima posizione mentre il secondo in 34esima.