Derby, ora è querelle sull’orario

Il derby di Roma, programmato per domenica in orario serale, è ora un problema ‘politico’. Il Prefetto di Roma ha infatti richiesto l’anticipo alle ore 18 per ragioni di sicurezza. Ma in uno sport che non è uno sport, bensì uno spettacolo con interessi miliardari, tutto questo si scontra con tornaconti economici. Se l’ordine pubblico è una ragione più che ammissibile per logica, non lo è per il colosso televisivo Sky che ha i diritti televisivi. La fascia pubblicitaria delle 18 è diversa da quella serale, ben più remunerativa, ecco perchè il gigante mediatico non è ben disposto verso questa decisione che a naso sembrerebbe assennata. Giocare la sera ha inoltre un fascino particolare, ma la sicurezza della gente che va allo stadio, di parte della città e delle forze dell’ordine coinvolte va ben oltre questo auspicio. Nella giornata di oggi potrebbe esserci la decisione definitiva, che si spera sarà presa per il bene di tutti, in primis quello sociale.

Marco Proietti