Per la BCE in Europa sono necessari: flessibilità dei salari e potenziamento degli incentivi.

Secondo il bollettino mensile della BCE (Banca Centrale Europea), l’economia europea ha bisogno di interventi a sostegno dell’occupazione e urgenti riforme riguardo la flessibilità dei salari. Questi provvedimenti sarebbero necessari per prevenire una disoccupazione strutturale più elevata nei prossimi anni.

La relazione evidenzia come ”la ripresa economica é proseguita nell’area euro”, ma ci si attende “che il tasso d’incremento del Pil resti alquanto contenuto nel corso del 2010’‘.

Il livello dei tassi d’interesse nell’area euro, con il tasso principale all’1%,”continua ad essere adeguato”. Perché l’inflazione dovrebbe mantenersi “moderata”. E’ presumibile, quindi, che i consumi restino bassi.

La ripresa appare ancora lontana e i facili ottimismi prematuri.

Marco Di MIco