Volley,semifinale scudetto: Trentino batte Macerata 3-0

Dopo diciotto giorni senza partite ufficiali, il ritorno in campo è quanto mai dolce e positivo per l’Itas Diatec Trentino che supera per 3-0 la Lube Banca Marche Macerata in gara 1 al PalaTrento e si porta subito avanti nella serie di semifinale scudetto.

Pur senza Raphael (ancora ai box per i problemi alla mano destra accusati contro Verona lo scorso 31 marzo) e con un ritmo gara quindi tutto da ritrovare, la formazione Campione del Mondo e d’Europa è riuscita a fare un primo piccolo ma importante passo verso il V-Day; la strada che porta a Bologna il 9 maggio è ancora lunga e particolarmente difficile ma un segnale importante agli avversari Trento lo ha dato vincendo gara 1 con pieno merito grazie ad un prova magistrale soprattutto come gruppo, visto che per un volta non sono stati i soliti Kaziyski e Juantorena i trascinatori principali alla vittoria.

Il match è stato infatti tutto nel segno di Vissotto e Zygadlo, due giocatori che sino ad ora in questi playoff avevano trovato poca ribalta. L’inedita diagonale lanciata da Stoytchev ha fatto invece pienamente il proprio dovere; il martello brasiliano, tornato ai livelli che gli competono, in attacco ha viaggiato su medie altissime (68%) diventando il punto di riferimento principale per il regista polacco che lo ha quindi cercato molto, non disdegnando però nemmeno la soluzione centrale dove Sala e Birarelli si sono sempre fatti trovare pronti rispettivamente con l’83% ed 80% in primo tempo.

Nei momenti importanti non è nemmeno mancata la coppia di posto 4, stasera particolarmente ispirata al servizio. Proprio la battuta (cinque ace a fronte di soli nove errori) è stato il fondamentale che ha scavato un solco profondo fra le due formazioni, permettendo a Trento (a segno con undici block, tre solo di Sala) di controllare bene Martino e Swiderski e giocoforza a Vermiglio di avere il solo sbocco sicuro in attacco di Omrcen.

“E’ stata una bellissima affermazione di squadra – ha commentato Radostin Stoytchev al termine della partita – e questa è una caratteristica che va riconosciuta al gruppo, sempre bravo a compattarsi nei momenti significativi della stagione. Siamo stati molto uniti anche questa sera, permettendo a Zygadlo di giocare una partita di livello altissimo e di trovare sempre la migliore soluzione per il nostro attacco anche in una giornata non felicissima di Kaziyski in attacco. Sono poi molto contento della prestazione in battuta di Sala; Andrea ha lavorato molto su questo fondamentale nelle ultime settimane e i frutti sono venuti a galla già questa sera. Possiamo crescere ancora molto, specialmente nella fase di contrattacco ma anche Macerata può farlo e proprio per questo motivo mi aspetto una gara 2 difficilissima e molto combattuta, come lo è stato per esempio il terzo set”.

Le due squadre si troveranno di fronte già mercoledì sera alle 20.30 presso il Fonte Scodella di Macerata per disputare il secondo match della serie.

Il tabellino

Itas Diatec Trentino-Lube Banca Marche Macerata 3-0 (25-18, 25-19, 25-22)

ITAS DIATEC TRENTINO: Vissotto 18, Kaziyski 6, Sala 11, Zygadlo 2, Juantorena 12, Birarelli 11, Bari (L); Herpe. N.e. Gallosti, Fedrizzi, Sokolov, Corsini e Riad. All. Radostin Stoytchev.

LUBE BANCA MARCHE: Vermiglio 2, Martino 10, Podrascanin 5, Omrcen 17, Swiderski 3, Stankovic 7, Corsano (L); Paparoni, Cisolla 2, Smerilli (L), Monopoli, Raymaekers. N.e. Bartoletti All. Ferdinando De Giorgi.

ARBITRI: Barbero di Lavagna (Ge) e Rapisarda di Cavalicco (Ud)

DURATA SET: 26’, 27’, 29’;

NOTE: 3.984 spettatori per un incasso di 48.759 euro. Itas Diatec Trentino: 11 muri, 5 ace, 9 errori in battuta, 3 errori azione, 55% in attacco, 58% (30%) in ricezione. Lube Banca Marche: 7 muri, 1 ace, 10 errori in battuta, 6 errori azione, 47% in attacco, 46% (15%) in ricezione. Mvp Vissotto.

Francesco Segala – Trentino Volley