Calvizie, identificato gene della crescita dei capelli

    L’attivazione del gene Lhx2 porta ad una maggiore crescita dei capelli. Ciò è dimostrato dal gruppo di ricerca di Leif Carlsson presso Università di Umeå in Svezia, in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica PLoS Genetics. I risultati in parte confutano i risultati delle ricerche precedenti nel settore.

    I capelli sono importanti per la regolazione della temperatura, protezione fisica, l’attività sensoriale e le interazioni sociali. Essi sono formati da follicoli piliferi, complessi mini-organi sotto pelle che sono specializzati allo scopo di far crescere il capello. Tutti i follicoli si formano durante lo sviluppo fetale, quindi i nuovi capelli che si generano nel follicolo pilifero sono continuamente sottoposti a fasi di recessione, di riposo, e di crescita per tutta la vita. La lunghezza dei capelli è determinata dalla durata della fase di crescita, ad esempio, la fase di crescita per i capelli può continuare per un certo numero di anni, mentre la fase di crescita per le sopracciglia solo pochi mesi.

    Dopo la fase di crescita, la formazione dei capelli cessa, il follicolo attenua la sua attività e poi entra in un periodo di riposo. Dopo tale periodo, inizia un nuovo periodo di crescita, e il vecchio capello viene espulso e perso dal corpo. La ragione per cui ciò accade non è mai stata chiara, ma si pensava servisse per permettere di regolare la crescita dei capelli con la stagione.

    Nel gruppo di ricerca del presente studio Leif Carlsson ha identificato il fattore di trascrizione Lhx2 come un importante regolatore della formazione dei capelli. Il gene Lhx2 è attivo durante la fase di crescita del follicolo pilifero e viene “spento” durante il periodo di riposo. Gli scienziati sono stati in grado di dimostrare che Lhx2 viene coinvolto nella formazione di capelli, come i follicoli piliferi, e quando è inattivato, non può produrre capelli. Inoltre, l’attivazione del gene Lhx2 ha dimostrato di attivare la fase di crescita e quindi la formazione dei capelli.

    In netto contrasto con i risultati delle ricerche precedentemente pubblicate da altri team di scienziati, Leif Carlsson e i suoi colleghi hanno scoperto che Lhx2 è principalmente espresso al di fuori della regione del cosiddetto bulbo del follicolo pilifero, dove si trovano le cellule staminali del follicolo. I ricercatori hanno inoltre dimostrato che Lhx2 è necessario non solo per la crescita del follicolo, ma anche per la strutturazione del follicolo pilifero stesso, e l’espressione transgenica di Lhx2 dopo la nascita è sufficiente per attivare la fase di crescita e stimolare la crescita dei capelli.

    Questi risultati consentono un’interpretazione alternativa della funzione di Lhx2 nei follicoli piliferi rispetto ai risultati precedenti, ed individuandolo come un fattore è necessario per formare e far crescere i capelli, una volta trovato il modo per attivarlo, potrebbe essere possibile risolvere geneticamente il problema della calvizie.

    MedicinaLive.com