Gita scolastica a Ventotene finisce in tragedia, due morti e due feriti

Cala Rossano

Sara Panuccio e Francesca Colonnello avevano 14 anni e frequentavano la terza media presso l’istituto ‘Anna Magnani’ di Roma. Le due ragazzine si trovavano in gita scolastica a Ventotene, in provincia di Latina, con la loro classe e cinque professori. Nel corso della visita a Cala Rossano, la tragedia: due enormi massi di tufo si staccano dalla parete rocciosa che sovrasta la spiaggia, investendo Sara e Francesca. Una muore sul colpo, l’altra viene rianimata sul posto ma comunque non riesce a sopravvivere. Matteo Valle, geologo e accompagnatore della Mediterranea Viaggi, si trovava con gli studenti al momento dell’incidente. “Il costone di roccia è caduto perpendicolarmente all’arenile -racconta Valle, ancora sconvolto- e ha travolto le ragazze. Stavamo visitando un’area che l’amministrazione comunale considera sicura e tutto è accaduto all’improvviso: niente lasciava presagire una cosa di questo tipo”. Coinvolti nell’incidente anche Atena Raco, 13 anni, ora ricoverata in codice rosso all’ospedale di Latina, e un altro ragazzo, ferito ad una gamba.
Ora i vigili del fuoco stanno effettuando dei sopralluoghi nella zona per stabilire le cause dell’accaduto e capire se ci sia il rischio di ulteriori rolli, mentre il presidente della Regione Lazio Renata Polverini ha dichiarato lo stato di calamità naturale. Polverini si sta recando sul posto per portare solidarietà e vicinanza delle istituzioni alle famiglie e per accertare con i tecnici della Regione lo stato di dissesto ai fini della definizione di un intervento di carattere finanziario.

Tatiana Della Carità