La Commissione Lavoro della Camera ha approvato l’emendamento al ddl lavoro.

La commissione Lavoro della Camera ha approvato gli emendamenti al disegno di legge sul lavoro rinviato alle Camere dal Capo dello Stato. Pertanto, la clausola compromissoria sull’arbitrato non potrà riguardare controversie riguardanti il licenziamento. A Prevalere, quindi, è stato l’emendamento al ddl lavoro presentato dal relatore Giuliano Cazzola (Pdl), che ha accolto la dichiarazione comune firmata dalle parti sociali (con l’eccezione della Cgil) sul tema, secondo la quale la clausola compromissoria sull’arbitrato non può riguardare controversie relative al licenziamento. «Davanti alle commissioni di certificazione – prosegue il testo dell’emendamento – le parti possono farsi assistere da un legale di loro fiducia o da un rappresentante dell’organizzazione sindacale o professionale cui abbiano conferito mandato».

Il Governo, invece, è stato battuto su un emendamento sull’amianto nei navigli di Stato che è stato respinto.

Marco Di Mico