Inter: Clamoroso, Balotelli minaccia la società di mobbing pur di riuscire ad andarsene

Siamo alla fine della storia tra Mario Balotelli e l’Inter. Ricucire lo strappo dopo i brutti gesti di martedì sera in Champions non è difficile, ma impossibile. In primis con lo spogliatoio, unito per centrare ogni obiettivo possibile e del quale il giovane attaccante sembra sia solo un estraneo, ma poi anche con il pubblico, che ormai non perdona più nulla a Balotelli.

Balotelli vuole denunciare l'Inter di mobbing

Mourinho

, Materazzi, Lucio, Milito e Samuel sono solo alcuni dei nerazzurri che hanno pubblicamente, con le parole o con i fatti, intimato a Balotelli di cambiare atteggiamento, altrimenti il suo futuro non sarà nell’Inter. Ma lo stesso Super Mario ha ormai capito che è meglio cambiare aria: stando alla’ Gazzetta dello Sport’, Balotelli ha chiesto ufficialmente di essere ceduto a fine stagione o farà causa alla società per mobbing perchè, secondo lui ed il suo agente Raiola, discriminato sul luogo di lavoro. “Guarda Marco che così non va – le parole di Raiola al telefono con Branca, riportate dalla ‘Gazzetta dello Sport’ – vorrà dire che ci tuteleremo con gli avvocati”. Un messaggio chiaro e inequivocabile: la pace è lontana, il tribunale non lo è affatto.

Ieri Massimo Moratti è parso piuttosto chiaro sul perchè a Balotelli sembri non importare granchè dell’Inter e dei suoi tifosi: “C’è anche il Milan dietro…”. Una battuta che però nasconde una grande verità, ossia che per Mario il rossonero è una forte tentazione. Sempre secondo il quotidiano meneghino, poi, ieri sera alle 20 Pato si è presentato in sede al Milan per una chiacchierata con Galliani sul suo futuro: se partisse il brasiliano Mario potrebbe essere la soluzione ideale, anche perchè Balotelli preferirebbe l’Italia alla Premier League. Intanto oggi ci sarà il ritorno alla Pinetina di Balotelli, fra i compagni che ormai non lo sopportano più.