Balotelli chiede ufficialmente scusa ai tifosi.

    Attraverso il sito ufficiale dell’Inter Mario Balotelli ha chiesto scusa ai tifosi con questo comunicato:
    “Chiedo scusa a tutti per il mio gesto di martedì sera – fa sapere il 19enne attaccante -. Quando sono entrato in campo e ho sentito i fischi della gente e le urla dell’allenatore ho perso la testa, non capivo più niente e poi alla fine mi son tolto la maglia solo per sfogare la mia rabbia. Mi dispiace di non essere riuscito a controllare la tensione e la frustrazione che da mesi mi stanno logorando”.

    “Voglio chiarire che non ce l’ho con i tifosi, tanto meno con quelli della Curva – prosegue Balotelli -. Mi hanno sempre sostenuto anche quando gli altri mi fischiavano. Per loro vorrei che l’Inter potesse vincere tutto. Finchè indosserò la maglia dell’Inter farò tutto quello che posso per onorarla. Sto attraversando uno dei momenti più difficili della mia vita, sono esasperato ma ho sbagliato a sfogarmi in quel modo. Ora spero di riuscire a risolvere i problemi che ho con alcuni compagni e con la società con l’aiuto delle persone che mi vogliono bene e del mio procuratore”.
    Vediamo ora come reagiranno i tifosi e che posizione prenderanno gli ultras della Curva Nord dopo che stamattina avevano deciso con un loro comunicato che: “Balotelli per noi non esiste piu’!”.
    Domani pomeriggio con l’Atalanta, nell’anticipo di sabato,  si vedranno le conseguenze di queste prese di posizione.
    Saranno applausi o fischi? Tutto dipenderà anche dall’atteggiamento del ragazzo in campo.