Volley, semifinale scudetto: domenica gara 3 tra Itas Diatec Trentino e Lube Macerata

Si gioca domenica al PalaTrento la terza sfida della serie di semifinale scudetto 2010 fra Itas Diatec Trentino e Lube Banca Marche Macerata. A quattro giorni da gara 2 che ha dato il 2-0 ai Campioni del Mondo e d’Europa, si torna quindi in campo nella prima di tre opportunità che i gialloblu avranno per guadagnare l’accesso alla finale. Fischio d’inizio ad ore 18, con diretta tv su Rai Sport Più ed in radio sulle frequenze di Radio Dolomiti.

QUI ITAS DIATEC TRENTINO Il successo al quinto set del Fonte Scodella fornisce alla formazione Campione del Mondo e d’Europa in carica una ghiotta possibilità per provare a chiudere la serie di semifinale già domenica e sistemare di conseguenza un calendario che durante la prossima settimana sarebbe particolarmente difficile ed intenso sia per la nuova trasferta a Macerata per gara 4 sia per la Final Four di CEV Indesit Champions, programmata per l’1 e 2 maggio.

Il V-Day del 9 maggio a Bologna e con esso la terza finale scudetto consecutiva si sono fatte più vicine ma nell’ambiente trentino nessuno vuole però pensare oltre gara 3, come confermano le parole del tecnico Radostin Stoytchev. “Sarà una partita ancora più difficile delle precedenti – spiega – . Macerata è in crescita, mercoledì scorso ci ha messo in seria difficoltà per tutta la gara e non credo proprio che verrà a Trento già rassegnata ma anzi molto decisa a riaprire una serie che se si dovesse protrarre potrebbe crearci molti problemi, sia dal punto di vista fisico sia da quello logistico. Vogliamo quindi assolutamente chiudere il discorso; il 2-0 è un ottimo punto di partenza ma potrebbe bloccarci psicologicamente e pensare di aver già fatto la parte più difficile dell’opera è infatti sbagliatissimo. Per vincere dovremo quindi restare concentrati, migliorare dal punto di vista tecnico e tattico il nostro gioco e ad affidarci alla nostra solita grande unità di gruppo”.

Per questo appuntamento l’Itas Diatec Trentino dovrà fare a meno solo di Raphael (recuperato Corsini, out mercoledì sera per un attacco influenzale) e sosterrà ancora tre sedute: una nel tardo pomeriggio di oggi, una in quello di domani ed una, di rifinitura, nella mattinata di domenica.

Con la sconfitta di Cuneo a Treviso in gara 2 di semifinale, la formazione trentina è l’unica squadra ancora imbattuta nei playoff scudetto 2010 (ultimo ko il 21 marzo per 3-1 a Perugia), potendo contare oltretutto sull’imbattibilità casalinga stagionale in serie A1 TIM (diciotto vittorie in diciotto incontri: 14 in regular season, 1 in Coppa Italia, tre nei playoff). Per la Società di via Trener quella di domenica sarà la 360^ partita ufficiale della propria storia, la cinquantaduesima stagionale (è record, mai prima d’ora aveva disputato così tanti match), la quarantottesima assoluta nei playoff dove, grazie al successo in gara 2, ha raggiunto quota 28 per quel che concerne le vittorie in questa fase della stagione. In semifinale il bilancio è ancora più incoraggiante: 8 vittorie in 11 precedenti, con le ultime due serie (2-0 a Roma nel 2008 e 3-0 a Cuneo nel 2009) chiuse senza perdere alcuna partita.

Fra i singoli da rilevare come Juantorena ed Herpe (l’unico ex di turno della gara) taglieranno proprio in questa occasione il traguardo della cinquantesima partita ufficiale in maglia gialloblu, il recordman Bari addirittura la centonovantesima mentre l’opposto Leandro Vissotto (il miglior marcatore della serie di semifinale con 36 punti in due partite) mettendo a terra almeno dieci palloni supererebbe quota 1300 con la Trentino Volley.

GLI AVVERSARI Ultima prova d’appello per la Lube Banca Marche Macerata che sale a Trento per la seconda volta in una settimana con l’obiettivo di vincere per riportare il confronto nelle Marche mercoledì prossimo. Un risultato solo sfiorato in gara 2, dove la formazione di Ferdinando De Giorgi nella prima metà della partita aveva dato l’impressione di poter ottenere il punto del pareggio prima di subire il perentorio ritorno dell’Itas Diatec Trentino.

Proprio il sostanziale equilibrio offerto dall’ultimo confronto offre ancora concrete speranze di successo ai biancorossi che devono però sciogliere due nodi rispetto alla formazione titolare: in posto 4 infatti durante le prime due gare della serie in diagonale a Martino si sono spesso alternati Cisolla e Swiderski mentre nel ruolo di libero si devono nuovamente valutare le condizioni di Corsano (out in gara 2); al suo posto c’è di nuovo pronto Smerilli o, in alternativa, Paparoni. Nell’arco delle due gare è cresciuto molto l’apporto dei due centrali Podrascanin e Stankovic mentre è calato quello dell’opposto Omrcen, convincente al PalaTrento (17 punti col 50% in attacco) più in difficoltà al Fonte Scodella (14 punti col 29% a rete).

Al seguito della Lube Banca Marche ci saranno in questo caso circa un centinaio di tifosi, divisi fra pullman ed auto private.

I PRECEDENTI Domenica sera si giocherà il confronto ufficiale numero 27 di sempre fra Trento e Macerata. Con questa partita la formazione marchigiana raggiunge Treviso, diventando assieme alla compagine veneta la quarta squadra che la Società di via Trener ha affrontato il maggior numero di volte nella propria storia: davanti ci sono solo Cuneo (32 confronti), Modena (31) e Piacenza (29). Il bilancio sorride ai gialloblu per sedici vittorie ad undici, soprattutto grazie al filotto di cinque successi consecutivi fatto registrare nell’ultimo anno e mezzo. Per trovare un successo di Macerata bisogna quindi risalire fino al 18 gennaio 2009 (3-0 al Fonte Scodella) mentre l’ultima affermazione marchigiana al PalaTrento è datata invece 15 gennaio 2006 (3-1 nel segno di Miljkovic). Dopo quella vittoria, solo successi gialloblu a Trento, quattro volte per 3-1 e una volta per 3-0 (domenica scorsa).

LA SERIE Itas Diatec Trentino avanti 2-0 nella serie di semifinale scudetto che si gioca al meglio delle cinque partite, in virtù del 3-0 maturato al PalaTrento il 18 aprile con parziali di 25-17, 25-19, 25-22 e poi al Fonte Scodella per 3-2 (25-17, 17-25, 19-25, 25-19, 15-10) mercoledì scorso. Solo in caso di vittoria della Lube Banca Marche nella gara di domenica sera si dovrà tornare di nuovo Macerata per gara 4, eventualmente fissata per mercoledì 28 aprile alle ore 20.30. Per sapere la data dell’eventuale bella (da giocare in Trentino) bisognerà invece attendere la decisione della Lega Pallavolo Serie A visto che quella precedentemente definita (2 maggio) va a sovrapporsi alla Final Four di Champions League (1 e 2 maggio a Lodz). Chi supererà il turno troverà in finale il 9 maggio a Bologna la vincente del confronto Cuneo-Treviso; la serie è in parità in virtù del successo per 3-0 della Sisley mercoledì sera in gara 2 (domenica sera si gioca gara 3).

I PROBABILI SESTETTI Radostin Stoytchev dovrebbe confermare lo starting six della prime due gare: Zygadlo in regia, Vissotto opposto, Kaziyski e Juantorena in banda, Sala e Birarelli al centro, Bari libero.

Due ballottaggi per Ferdinando De Giorgi, che deve decidere chi utilizzare fra Swiderski e Cisolla in banda e fra Smerilli, Corsano e Paparoni nel ruolo di libero; il resto del sestetto vedrà Vermiglio palleggiatore, Omrcen opposto, Podrascanin e Stankovic centrali, Martino secondo schiacciatore.

GLI ARBITRI La gara sarà diretta da Stefano Cesare (primo arbitro di Roma in serie A dal 1999) e Luca Sobrero, suo secondo di Carcare, provincia di Savona in serie A dal 1996 ed internazionale dal 2005. I due fischietti sono alla loro seconda partita congiunta in serie A1 TIM 2009/10; la ventunesima assoluta per Cesare, la ventesima per Sobrero. L’unica partita arbitrata assieme è guarda caso proprio riferita ad un match che vedeva protagonista l’Itas Diatec Trentino, il 3-0 rifilato a Perugia il 30 dicembre 2009 nei quarti di finale di Coppa Italia. Con altri compagni, Cesare ha anche diretto Treviso-Trento 3-2 e Taranto-Trento 0-3 mentre Sobrero ha guidato le operazioni pure in Trento-Treviso 3-0 dello scorso 17 marzo.

Francesco Segala – Trentino Volley