Incidente Pandolfi, arrestato il paparazzo che l’ha investita

Lesioni gravissime, aggravate dall’aver determinato il pericolo di vita per l’attrice e dall’uso di un’arma impropria, ossia uno spray al peperoncino. Per questa accusa il pm Andrea Mosca, della Procura di Roma, ha chiesto la convalida dell’arresto e la contestuale emissione di una misura cautelare in carcere, nei confronti di Mauro Terranova, il fotografo che ieri pomeriggio ha investito l’attrice Claudia Pandolfi a piazza Vescovio. L’uomo, che non ha precedenti penali, si trova nel carcere di Regina Coeli. Entro 48 ore il gip dovrà pronunciarsi sulla richiesta del magistrato. E se oggi l’attrice ha ricevuto la solidarietà, i fiori, le telefonate e gli auguri di tanti attori come lei. Mauro

Claudia Pandolfi

Terranova è stato colpito e affondato dal ‘fuocoamico’ dei suoi colleghi: Rino Barillari, alias ‘The King’ dei paparazzi, prende le distanze, assieme ad altri suoi colleghi fotogiornalisti, che chiamano in causa l’Ordine dei giornalisti. Dopo un intervento chirurgico per drenare alcuni versamenti al torace dovuti alla violenta caduta, le condizioni dell’attrice – che ha riportato anche la rottura di due costole – sono definite stazionarie ma non preoccupanti. Claudia Pandolfi era stata ricoverata ieri al policlinico Umberto I di Roma, dopo essere stata trascinata per alcuni metri dall’auto del paparazzo al termine di un alterco. L’attrice, che ha un figlio 3 anni nato dalla sua relazione con il cantautore Roberto Angelini, stava rientrando nella sua abitazione, vicino a piazza Vescovio, quartiere bene della capitale, quando ha visto che all’interno di una Nissan Micra scura un fotografo le aveva «rubato» alcuni scatti fotografici. L’attrice si è avvicinata al paparazzo chiedendo la restituzione del rullino e con lui avrebbe avuto una animata lite. Improvvisamente però il fotoreporter ha ingranato la marcia per allontanarsi ma l’attrice sarebbe rimasta aggrappata allo sportello per alcuni metri. Oggi il suo agente conferma che le condizioni dell’attrice non sono preoccupanti: «Claudia è una persona molto forte, sta bene, è sveglia e ha parlato con la famiglia». Mazzi di fiori e tanta curiosità al reparto del Policlinico Umberto I dove è ricoverata. Gli auguri a Claudia di «pronta guarigione» arrivano da tanti colleghi attori come lei e dal produttore Pietro Valsecchi della Taodue, che con la Pandolfi ha lavorato in numerose fiction come Distretto di polizia. Valsecchi in particolare ha voluto rivolgerle, un saluto pubblico: «le auguriamo una pronta guarigione esprimendo tutti l’auspicio che quello che è successo a lei non accada mai più» ha detto il produttore, anche a nome di tutti gli attori della serie, Simona Cavallari, Claudio Gioè, Giulia Michelini e del resto del cast.«Mi dispiace molto – ha spiegato la Michelini -: con Claudia abbiamo lavorato insieme in Distretto, interpretavo sua sorella più piccola. Ora non voglio criminalizzare i paparazzi in generale anche perchè chi fa il nostro mestiere sa che finire fotografato sui giornali fa parte, se vogliamo, anche del nostro lavoro. Ma in certi casi ci sono limiti che non vanno superati, quando ci sono di mezzo i bambini». Anche Francesca Chillemi pensa che debbano esistere dei limiti: «A me è capitato di chiedere di non essere fotografata e di avere dei rapporti più che civili. A Claudia invio un grosso in bocca a lupo». Un augurio di pronta guarigione all’attrice anche da Claudio Gioè, che ha detto: «Mi dispiace molto per quello che le è accaduto anche perch‚ so che si è fatta male». Secondo il regista Edoardo Winspeare «la maggior parte delle persone fanno il loro lavoro ma personaggi come Corona hanno contribuito a peggiorare la situazione».

L’ARRESTO È stato arrestato in nottata dalla polizia di stato del commissariato Vescovio Mauro Terranova, detto ‘er millelire’, il fotoreporter che ieri ha investito l’attrice Claudia Pandolfi a piazza Vescovio, dandosi a una breve fuga. Le accuse per lui sono di lesioni aggravate e porto abusivo d’armi. A quanto si apprende, all’interno della sua attrezzatura fotografica è stata ritrovata una pistola elettrica. L’uomo, denunciato anche per omissione di soccorso, si trova nel carcere di Regina Coeli. A quanto ricostruito dagli investigatori, che nella tarda serata hanno ascoltato il ospedale anche il racconto di Pandolfi, il paparazzo aveva già in passato invaso il domicilio dell’attrice entrando nella strada privata che conduce alla sua abitazione. Ieri pomeriggio, riconoscendolo mentre scattava qualche foto fuori da un negozio, Pandolfi si sarebbe avvicinata dicendogli ironicamente: «Intendi seguirmi tutto il pomeriggio?». Ad una sua risposta scontrosa Pandolfi gli avrebbe risposto di voler chiamare la polizia, scatenando una reazione improvvisa. L’uomo, le avrebbe spruzzato in viso un spray urticante e l’attrice, rimasta con un braccio incastrato nel finestrino, sarebbe stata trascinata per circa 100 metri. A quanto riferito da fonti sanitarie dell’Umberto I, l’intervento a cui è stata sottoposta ieri l’attrice per un «importante» trauma toracico e andata bene. Le sue condizioni sono stabili e non è in pericolo di vita.

STESSO PAPARAZZO AGGREDITO DA GIGI D’ALESSIO Mauro Terranova è lo stesso paparazzo che nel 2007 ebbe una ‘colluttazione’, insieme al collega Alessandro Foggia, con Gigi D’Alessio. I due fotografi furono aggrediti dal cantante, insieme ad altre persone, e ricoverate in ospedale con ecchimosi e contusioni. Secondo il racconto del paparazzo, D’Alessio li avrebbe sorpresi in macchina fuori dalla sua abitazione e si sarebbe avventato contro di loro con calci e pugni.

CHIESTA DETENZIONE Il pubblico ministero Andrea Mosca al quale è affidata l’inchiesta sul ferimento dell’attrice Claudia Pandolfi ha chiesto oggi al gip di convalidare l’arresto del fotoreporter Mauro Terranova con detenzione in carcere. Il pubblico ministero Mosca ha ipotizzato per il fotoreporter il reato di lesioni gravissime aggravate per aver determinato il pericolo di vita per l’attrice e dall’uso di un’arma impropria qual è lo spray al peperoncino spruzzato sul volto dell’attrice. Sulla richiesta di convalida il gip si pronuncerà entro 48 ore.

«NON È IN PERICOLO DI VITA» «Le condizioni cliniche dell’attrice Claudia Pandolfi sono stabili. La paziente rimane in prognosi riservata ma attualmente non è in pericolo di vita». È quanto fa sapere la direzione sanitaria del Policlinico Umberto I nel bollettino medico diramato in tarda mattinata. L’attrice è stata operata ieri sera per drenare alcuni versamenti al torace dovuti alla violenta caduta, dopo essere stata investita da un paparazzo. La Pandolfi ha riportato anche la rottura di due costole.

CONDIZIONI STAZIONARIE Sono definite stazionarie ma non preoccupanti le condizioni dell’attrice Claudia Pandolfi, ricoverata da ieri al policlinico Umberto I di Roma, dopo essere stata trascinata per alcuni metri dall’auto di un paparazzo al termine di un alterco. La donna, nella serata di ieri, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico per drenare alcuni versamenti al torace dovuti alla violenta caduta. La protagonista di film e fiction ha riportato anche la rottura di due costole. Per il fotografo Mauro Terranova, 43 anni, che dopo l’incidente, avvenuto nella zona di piazza Vescovio, ha chiamato il 113 dopo essersi allontanato per autodenunciarsi, le accuse sono di lesioni aggravate ed omissione di soccorso

L’INTERVENTO L’attrice Claudia Pandolfi è stata sottoposta ad un intervento chirurgico al policlinico Umberto I di Roma dove è stata ricoverata dopo essere stata trascinata dall’auto di un paparazzo, vicino alla sua abitazione, a piazza Vescovio. Il trauma toracico dovuto alla caduta dell’attrice è definito importante, secondo quanto si apprende da fonti mediche, ma l’attrice non è in pericolo di vita. Dopo l’intervento sarà ricoverata nel nosocomio e tenuta sotto osservazione

INVESTITA DA PAPARAZZO È stata trascinata per alcuni metri dall’auto di un paparazzo che si era ritrovata sotto casa l’attrice Claudia Pandolfi finita oggi pomeriggio in ospedale con alcune contusioni. È stato lo stesso fotografo poco dopo ad autodenunciarsi per quello che aveva fatto. L’attrice, si è appreso, stava rientrando nella sua abitazione quando ha visto che all’interno di una Nissan Micra scura un fotografo le aveva ‘rubatò alcuni scatti fotografici. Claudia Pandolfi si è avvicinata al paparazzo chiedendo la restituzione del rollino e con lui avrebbe avuto una animata lite. Improvvisamente però il fotoreporter ha ingranato la marcia per allontanarsi ma l’attrice sarebbe rimasta aggrappata allo sportello per alcuni metri. Trasportata al Policlinico Umberto I, la donna è stata refertata con un codice giallo: immediato l’intervento dei carabinieri della compagnia Parioli e della stazione di viale Libia che hanno dato il via alle ricerche del paparazzo, ma poco dopo lo stesso fotografo ha telefonato in lacrime al 113 raccontando di aver ferito la Pandolfi. Il fotografo è Mauro Terranova, lo stesso che, insieme ad un collega, fu aggredito nel gennaio del 2007 dal cantante Gigi D’Alessio. Gli investigatori valuteranno la posizione del fotoreporter anche in base al referto medico con la quale verrà dimessa l’attrice che, secondo quanto si è appreso, ha riportato un leggero trauma toracico a causa della caduta.

Fonte: Leggoonline