Calciomercato Juve, Milan: Andrea Pastorello la vede cosi

JUVENTUS, NON SOLO BENITEZ

Il calciomercato di Juve e Milan

“Gli indizi che ho portano ad un arrivo di Rafa Benitez sulla panchina della Juventus – esordisce in esclusiva a Calciomercato.it l’agente Fifa -. So per certo che ha anche chiesto un importante supporto per l’acquisto di determinati giocatori. Torres? Potrebbe essere l’uomo giusto per i bianconeri, ma al di là dei nomi, penso che la squadra abbia bisogno di almeno quattro acquisti, per rinforzarsi in ogni ruolo, anche se la rosa non è certamente deficitaria. C’è l’esigenza di ringiovanire anche se l’età media della squadra non è così alta. Giocatori di grandissimo livello come Camoranesi e Trezeguet sicuramente non potranno dare il loro apporto con continuità, per cui è necessario inserire in rosa chi possa dargli il cambio. Candreva? Penso e spero che venga riscattato, la Juve non ha ancora parlato con mio fratello (Federico, ndr), ma c’è la possibilità di riscattarlo e ritengo che lui abbia dimostrato di poter stare in questa Juventus. Nella seconda metà di giugno ne sapremo di più”.

MILAN VERSO LA LINEA INTERNA
Leonardo sembra ormai destinato a lasciare la panchina del Milan e la dirigenza appare sempre più orientata a propendere per una scelta interna Galli-Tassotti. “Sui rossoneri voglio fare una considerazione generale: nel momento in cui vai a prendere un allenatore tipo Benitez o Mourinho, devi anche essere in grado di garantirgli investimenti importanti. Da quello che emerge, il Milan ha deciso di badare molto al bilancio e di non inseguire per forza grandissimi nomi per cui la soluzione interna mi sembra al momento la più percorribile”. La linea intrapresa dai rossoneri è infatti quella dei parametro zero e dei giovani, come Yepes e Astori. “Sono degli ottimi giocatori, anche se non vanno a spostare molto nella rosa del Milan, che è una con l’età media più alte in Europa. Hernanes e Krasic? Hanno valutazioni elevate (almeno 15 milioni di euro, ndr) e al prezzo del cartellino ci va aggiunto anche quello di un ingaggio importante, la vedo difficile. Può anche essere che facciano un’operazione di questo tipo se riusciranno a piazzare qualcuno in uscita. Sinceramente non credo che vendano Pato, anche se in presenza di un’offerta irrinunciabile, di almeno 50-60 milioni di euro, la dirigenza rossonera potrebbe valutare la questione, ma solo per reinvestire la cifra in altri giocatori importanti. Huntelaar? I suoi gol li ha fatti ed è un giocatore molto duttile può essere che venga inserito in qualche operazione ma solo per arrivare ad un calciatore più importante di lui”.