Il Mipaaf a “Squisito 2010”: quando l’agricoltura incontra l’emarginazione

Si chiama “Squisito! Cuochi, prodotti, ricette, vini. Itinerario nel Buonpaese”, la rassegna, giunta alla settima edizione, alla quale partecipa il Mipaaf e che coinvolge i 1600 ragazzi ospiti di San Patrignano e alcuni dei migliori cuochi del panorama nazionale.

Secondo il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Giancarlo Galan, “con l’agricoltura si possono sviluppare capacità di relazione e di incontro perché l’agricoltura può essere anche uno strumento di riscatto dell’uomo dall’esclusione, dalla emarginazione e in questo caso dalla tossicodipendenza”.

“Sin dalla sua fondazione una delle principali attività della comunità è stata quella di coltivare terreni e allevare bestiame”, ha aggiunto il ministro. “Penso che dobbiamo promuovere lo sviluppo costante del mondo agricolo nei luoghi di recupero perché con l’agricoltura si può gettare un ponte tra noi e gli altri per mettere in comunicazione questi mondi apparentemente distanti”.

Ritorno alla semplicità“: questo il tema della rassegna che si svolgerà nella comunità di Rimini dal 30 aprile al 3 maggio prossimi.
In questo senso, il cibo viene inteso come strumento di riscatto dall’esclusione, dall’emarginazione e dalla tossicodipendenza.

Il tema di questa edizione 2010 pone l’accento sull’educazione e sul consumo alimentare consapevole: Km zero, sostenibilità, sobrietà, qualità, territorio.
(s.d.f.)