Fini rompe il silenzio: “Nessuna ragione per dimissionare Bocchino”

VARESE – Non è andata giù a Gianfranco Fini, la decisione di dimissionare uno dei suoi più fedeli collaboratori, Italo Bocchino: ”Ritengo che Italo Bocchino sia stato dimissionato senza una ragione. Per questo ha la mia solidarieta”’. Il presidente della Camera ha risposto cosi’, a Varese, a uno studente dell’Universita’ dell’Insubria che gli aveva chiesto se le dimissioni fossero la prova che non si puo’ esprimere il proprio pensiero nel Pdl. ”Attenzione – ha aggiunto Fini – a non far credere che ci sia una dittatura. In quel caso non c’e’ alcuna possibilita’ di dire le proprie idee”.