La donna degli abusi e delle violenze

La violenza sulle donne è un fenomeno che appartiene a tutte le classi sociali e le aree geografiche, senza distinzione nelle conseguenze psicologiche che comporta.

Spesso la violenza fisica e sessuale avviene proprio nell’ambito domestico ed è per questo più difficile da individuare; la maggior parte delle vittime infatti non denuncia il proprio partner, rendendo così più complicato un eventuale intervento di familiari e conoscenti.

Secondo i dati ISTAT in Italia una donna su tre è vittima di violenza fisica e sessuale; 8 su 10 di queste violenze avvengono in casa e più del 90% non vengono denunciate.
Spesso le ripercussioni di questi atti ricadono sui figli oltre che sulle donne, umiliate e prive di mezzi per reagire a una violenza non solo fisica, ma anche e soprattutto psicologica.

Un intervento, per essere realmente efficace, deve permettere una riabilitazione della donna da un punto di vista sociale ed economico; in questa direzione si muove la fondazione Pangea, che dal 2008 in Italia sostiene 4 centri antiviolenza per donne vittime di maltrattamenti, aiutandole a superare il trauma e a recuperare l’autonomia.Nel processo di riabilitazione della donna è spesso incluso il recupero delle sue relazioni affettive e familiari.

Nonostante il lavoro di questa ed altre associazioni, l’argomento è ancora poco affrontato nella nostra società; risulta dunque fondamentale svolgere un lavoro di sensibilizzazione e di informazione per prevenire e contrastare questi atti di violenza in modo concreto.

Luca Bagaglini