Caravaggio a Roma fino al 13 Giugno

 

Roma, celebra i quattrocento anni, dalla morte funesta dell’ artista, dedicandogli una mostra permanente, intitolata Caravaggio,alle Scuderie del Quirinale a partire ormai dal 20 febbraio , fino al 13 giugno 2010. Sarà possibile, mediante un percorso, ammirare 30, delle 40 opere dipinte dall’artista lombardo. Opere tra le più celebri, come Davide con la testa di Golia, La cena di Emmaus , i musicisti dal Metropolitan, il Bacco dagli Uffizzi, saranno solo alcune ,delle opere più importanti presenti all’ esposizione. Michelangelo Merisi ,  noto maggiormente come Caravaggio,rappresenta con la sua pittura, una delle menti più controverse e dibattute del secolo scorso. Nato alla fine del cinquecento, in un’era, in cui l’arte non subiva influenze esterne, ma veniva arricchita da esperienze private e profondamente intime,lui riuscì, con il suo genio, ad imporsi alla società del tempo ed esser un maestro, per le generazioni future . Uomo ricco spiritualmente ed amante del vizio, visse parte della sua vita a Roma, ove conobbe le gioie del lusso e le riconoscenze, dovute alla sua arte. Il modo con cui è stato curato il vernissage e la scrupolosa scelta che è stata fatta, nel proporre opere poco viste, come il Fanciullo con canestro di frutta, custodito nella Galleria Borghese, è per garantire una visione dell’ artista pura, spogliata dalle vesti del peccatore e presentato agli occhi del pubblico, in quanto uomo dotato di straordinaria sensibilità e naturalezza. Fu la vita, scenario delle sue opere così tetre , reali, profonde e suggestive a renderequell’ uomo, uno dei più discussi artisti, del secolo scorso. Consiglio, di non perdere il viaggio introspettivo, nella mente di un genio .A tutti, buona galleria.

Gioia Tagliente