Microsoft annuncia l’uscita del Project Natal

     

    Per provarlo bisognerà attendere fino al prossimo Natale 2010. Nel frattempo la rivista Popular Science lo ha inserito, seppur non ancora commercializzato, nella lista delle migliori invenzioni del 2009. Di lui conosciamo solo qualche immagine sapientemente fatta circolare in internet ed un unico video ufficiale che ne illustra, in meno di un minuto, le incredibili potenzialità. Stiamo parlando di Project Natal, la nuova periferica di gioco interattiva creata da Microsoft in esclusiva per la sua console Xbox 360 e che a breve promette di rivoluzionare l’intrattenimento videoludico a livello mondiale.

    L’idea di base di Project Natal ruota infatti intorno ad una promessa che ha dell’incredibile, quella di abbandonare definitivamente qualsiasi tipo di controller o di gamepad analogico fino ad ora conosciuto a favore di una interattività basata solo sui movimenti del proprio corpo. In pratica il Project Natal riunisce un unico dispositivo una telecamera, un sensore di profondità, un microfono a matrice multipla e un apposito processore studiato da Microsoft per gestire il complicato software. Project Natal rileva quindi tutti i movimenti del corpo, oltre a riconoscere il viso e la voce di chi lo utilizza, in formato 3D e li traduce in altrettante risposte in tempo reale all’interno del videogioco. Impossibile? A quanto pare no, almeno stando al già citato video diffuso da Microsoft in cui padre e figlia partecipano, solo grazie alle loro mani, ad una corsa automobilistica tra curve e pit-stop mozzafiato.

    A chiarire meglio la situazione sono state in questi giorni le rivelazioni di Silvano Colombo, Country Manager della divisione Entertainment & Devices di Microsoft. “La grande innovazione del Project Natal – ha dichiarato Colombo – è quella di abbattere definitivamente la naturale barriera di comunicazione tra noi e la console di gioco, derivata dall’uso di un controller analogico, a favore di una console che reagisce ai nostri movimenti e comportamenti regalando una forma di intrattenimento intuitiva, fluida e reale”. Non solo videogiochi quindi ma un modo di approcciarsi alle funzioni multimediali dell’Xbox, vedere film, ascoltare musica o chattare con gli amici, che promette di stupire anche i giocatori più navigati. Oggi il termine Project Natal regala oltre 7 milioni di risultati nel solo motore di ricerca di Google e la Microsoft ha dichiarato che al momento della sua comparsa sul mercato la periferica potrà contare su 14 giochi. Coraggio, mancano solo 8 mesi.

    In questo video è possibile visionare alcune delle funzionalità del Project Natal.

    Stefano Mura