Muore Giulietta Simionato, voce storica della lirica italiana

Giulietta Simionato è Amneris nell'Aida di Giuseppe Verdi

E’ scomparsa oggi a Roma, sette giorni prima del suo centesimo compleanno. Giulia Simionato, uno dei più grandi e amati mezzo soprano della storia della lirica italiana, ha dato il suo ultimo saluto. Aveva interpretato ben 132 ruoli di oltre 60 autori: un vero e proprio ”animale” da musica. Aveva voluto cantare sin da piccola, nonostante i dissensi in famiglia.
Ma riuscì nel suo intento e conquistò pubblico, critica e teatri. Rapporto bellissimo lo aveva con La Scala, dove più volte aveva brillato. La sua carriera, ricca di successi, l’aveva vista anche stringere rapporti di amicizia solidi con due grandi dive dell’opera: Maria Callas e Renata Tebaldi. La sua voce e la sua tecnica l’avevano portata a cantare in alcuni ruoli sopranili.

Domani ci saranno i funerali a Roma.
Si potrebbe sintetizzare con un aria della Tosca la sua vita: ”Vissi d’arte, Vissi d’amore”…Sì, l’amore per il belcanto e l’opera.

Francesca D’Amico