Pakistan, individuati campi di terroristi al confine con l’India

L’ambasciatore russo Aleksander Kadakin rende oggi noto che sono ancora presenti 40 campi per l’addestramento di terroristi lungo il confine che divide l’India dal Pakistan. “Dagli elementi a nostra disposizione – ha precisato Kadakin- emerge che vi sono fra 38 e 40 campi che prima erano segnalati da cartelli verdi. Adesso le segnalazioni sono state tolte, ma gli accampamenti sono ancora là”. Stando alle dichiarazioni dell’ambasciatore, la presenza di tali insediamenti sarebbe documentata da immagini ottenute via setellite e da informazioni di intelligence.

La diffusione della notizia giunge a poche ore dall’arresto di Faiz Mohammad all’aeroporto pakistano di Karachi: l’uomo è stato bloccato dalle forze dell’ordine prima di salire su un volo della Thai International Airlines in partenza per l’Oman. Mohammad aveva nascosto all’interno delle scarpe alcune batterie e dei circuiti elettrici, la cui presenza è stata però rilevata da uno scanner.

Tatiana Della Carità