Giappone: se è l’ uomo giusto te lo dice il suo gruppo sanguigno

    Se vi trovate in Giappone e avete un  primo    appuntamento     romantico ricordatevi di portare con voi le analisi del sangue: prima di diventare il potenziale partner di qualcuno sarà necessario sapere a che gruppo sanguigno appartenete.

    Infatti per sapere se un rapporto funzionerà o meno i giapponesi non si affidano più agli astri ma ai globuli: un partner maschio di gruppo A è affidabile e solido, uno di gruppo B è affascinante ma ribelle, quelli di gruppo O, più rari, sono  decisi e sicuri di sé. Il più gettonato è il gruppo AB, un misto di affidabilità e fascino.

    La questione è così importante che persino l’ ex premier Taro Aso per accattivarsi gli elettori è ricorso alla pubblicazione sul suo sito del  gruppo sanguigno di appartenenza (di tipo A),  per dimostrare la propria affidabilità. 

    A  lui non è bastato per essere rieletto ma  l’ usanza si è diffusa  anche nel mondo del lavoro e degli affari.  Come ha raccontato un signore, di gruppo B,  alla Bbc: “Al mio primo colloquio di lavoro mi hanno chiesto: “di che gruppo sei?” Ero davvero sorpreso. Poi ho scoperto che la manager aveva avuto una disavventura sentimentale con un altro B. Era preoccupatissima. Per fortuna, mi ha assunto lo stesso”.

    Questa nuova moda farà anche sorridere, ma se  selezionare i potenziali partner di coppia  in base al gruppo sanguigno può essere un simpatico gioco,  perdere un lavoro per questo potrebbe rivelarsi molto meno divertente!

    valeria pirozzi