Salari italiani fra i più bassi d’Europa: – 16,5% rispetto la media dei Paesi Ocse

Come risulta dal Rapporto ‘Taxing Wages’ dell’Ocse, anche quest’anno i salari italiani si confermano tra i più bassi dell’Ocse.

L’Italia si posiziona al ventitreesimo posto su trenta Paesi che fanno parte dell’organizzazione. I nostri stipendi sono inferiori del 16,5% rispetto la media dei Paesi Ocse. Superati anche da Spagna e Grecia.

In compenso, però, la nostra pressione fiscale è tra le più alte. Il cuneo fiscale, ossia la differenza tra quanto pagato dal datore di lavoro e quanto effettivamente finisce in tasca al lavoratore, è in Italia del 46,5%.

Il rapporto conferma che il peso di tasse e contributi sui salari in Italia è rimasto stabile dal 2008 al 2009.

Marco Di Mico