Adriano Celentano, perché non fare il sindaco?

Adriano Celentano
E perché no? Se qualcuno ha un progetto venga avanti e si canditi a nuovo sindaco.. e Adriano Celentano sembra averlo. Una delle sue idee sarebbe quella di ”buttare” giù Milano, almeno la parte brutta della città. La candidatura dell’ex ragazzo della via Gluck a primo cittadino di Milano, sua città, è stata lanciata, tra il serio e il faceto, da Mario Capanna durante la presentazione del suo ultimo libro Per Ragionare. Celentano non si è ritirato del tutto indietro dall’audace proposta anche se si è cautelato affermando che è troppo presto per parlarne concretamente e del resto un po’ difficile da realizzare.
Uno dei ”punti no’‘ della cittadina è quello di non identificarsi con un volto preciso. Problema di Milano,in fin dei conti, è quello di non avere un volto tagliato su misura. La cura, da trovare insieme alla gente del luogo, potrebbe essere quella di ”buttare giù”, magari con mezzi democratici quali referedum, i nuovi grattacieli che quasi deformano la fisionomia della cittadina lombarda.
Insomma, un’opera di rimodellamento corale del suolo cittadino potrebbe considerarsi come un’arma dai risvolti non scontati. A questo punto non ci resta che aspettare e vedere se il molleggiato porterà avanti il suo progetto, candidandosi alle prossime comunali.

Francesca D’Amico