Morta infermiera che si era svenata per protesta

Mariarca Terracciano, infermiera napoletana di 45 anni in forza all’ospedale San Paolo, è morta dopo tre giorni di coma. Si era tolta 150 millilitri al giorno per quattro giorni, per protesta contro il mancato pagamento degli stipendi nella Asl Napoli 1. E aveva raccontato tutte le telecamere di un’emittente privata partenopea, Julie Tv.

“Può sembrare un atto folle, ma voglio dimostrare che stanno giocando sulla pelle e sul sangue di tutti. Vedere il sangue rende evidenti le difficoltà nostre e degli altri ammalati”

La donna, madre di due figli di 10 e 4 anni, aveva interrotto la sua protesta il 3 maggio: quel giorno il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, riuscì a sbloccare gli stipendi.

Ma è stato troppo tardi per lei. Siamo sicuri che la sua protesta e il suo sacrificio non sia stato invano. Alla famiglia della donna vanno le condiglianze della redazione e il totale appoggio.

Emiliano Stefanelli