Sequestrato canile lager in provincia di Torino

Tenevano in un congelatore, abbandonate, le carcasse di alcuni animali, tra cui un pony. Molto probabilmente usate come cibo per i piccoli ospiti della struttura. I cani presenti erano affetti da gravi patologie e falsi certificati di vaccinazione. Sono questi gli orrori scoperti in un canile della provincia di Torino dagli agenti della forestale. Le indagini hanno portato al sequestro di tre cani, un pinscher, un jack russel e un bassotto, gravemente malati.

Con la collaborazione dei veterinari dell’Asl Torino3, gli accertamenti effettuati hanno inoltre fatto emergere una presunta moria di animali, ben il 40% negli ultimi dieci mesi. Da un congelatore, forse non a caso, sono saltate fuori le carcasse di 7 cani e di un pony.

Denuncia scattata per i titolari, un uomo e una donna, del canile. Nel 2009 era già stato sono inchiesta il luogo per un cimitero di animali con numerose carcasse di cani interrate. Denunciati anche quattro veterinari: sono accusati di avere rilasciato attestazioni di vaccinazioniallo scopo di consentire all’allevamento di possedere cani.

Emiliano Stefanelli