Calderoli rilancia: Stipendio ridotto anche agli alti papaveri pubblici

La Lega, attraverso il suo Ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli ha lanciato l’idea di diminuire del 5% gli stipendi di Parlamentari e Ministri. Ora vorrebbe estendere questa riduzione ad altri “intoccabili”. Ossia agli “alti papaveri del Pubblico”. Di fronte alla vicenda Anemone, però, che ha sollevato, nuovamente, il problema della corruzione e del malaffare nella politica italiana, questi provvedimenti sembrano solo dei risibili e demagogici espedienti.

Arrivati a questo punto, la Lega deve dimostrare che la sua onestà e il suo rigore sono autentici. Non può limitarsi a queste “invenzioni”.  Deve indicare con chiarezza se starà con i “ladroni romani”, oppure con i cittadini tartassati e derubati.

Marco Di Mico