Chrysler richiama 55mila vetture per problemi accensione

    Chrysler Group, azienda controllata da Fiat, richiamerà volontariamente per problemi all’ accensione circa 55.000 veicoli costruiti tra l’8 gennaio e il 22 febbraio 2010. Saranno richiamati 41.658 veicoli venduti negli Stati Uniti, 9.967 in Canada, 1.807 in Messico e 1.494 sul mercato internazionale.

    Tra i modelli convolti ci sono i pickup Ram 1500, i Ram Hd, i Ram Chassis Cab e le vetture Dodge Challenger, Dodge Charger, Chrysler 300, Jeep Grand Cherokee e Jeep Commander.

    Non ci sono per il momento segnalazioni di incidenti causati dal problema all’accensione, il richiamo è stato deciso da Chrysler, che lo ha reso noto a inizio mese alla National Highway Traffic Safety Administration, l’autorità americana di supervisione sulla sicurezza stradale.

    E’ la seconda volta nell’ultimo mese che Chrysler, impegnata a rilanciare l’immagine della società in vista della presentazioni della nuova Jeep Grand Cherokee il mese prossimo, ha problemi collegati alla sicurezza.

    L’autorità di supervisione sulla sicurezza stradale americana ha infatti ricevuto cinque reclami da parte di consumatori a causa di un problema al pedale dell’acceleratore, su cui la Nhtsa ha già avviato indagini che riguardano nello specifico 161.000 veicoli del modello Dodge Caliber del 2007.

    Andrea Marinelli – America24