Australia, la polizia indaga sulle accuse rivolte all’arcivescovo di Adelaide

Philip Wilson Questi ricopre la carica di arcivescovo cattolico di Adelaide, in Australia, e la scorsa settimana  è stato rieletto presidente della Conferenza episcopale australiana. Ma ora la polizia del Nuovo Galles del sud sta indagando sulle accuse che gli sono state rivolte in queste ore: Wilson avrebbe infatti ignorato numerosi episodi di abusi sessuali commessi da vari sacerdoti tra gli anni ‘70 e gli anni ’80.

L’opera di denuncia è partita da un programma dell’emittente Abc Australia. Nel corso della trasmissione, andata in onda ieri sera, sono stati intervistati vari testimoni ed alcune vittime: secondo la loro versione l’arcivescovo -allora sacerdote- condivideva la propria abitazione con Jim Fletcher, un prete condannato  per violenze su minori, morto in prigione quattro anni fa. Gli intervistati affermano che è improbabile che Wilson non si sia reso conto degli abusi che venivano commessi sotto il suo stesso tetto. Il progamma televisivo evidenzia poi che nel 1978 Wilson insegnava nel collegio St. Pius X, dove si consumarono drammatici episodi di violenza sessuale ai danni di numerosi ragazzi ad opera di un altro insegnante, padre John Denham.

L’arcivescovo per il momento nega di essere stato a conoscenza degli abusi stessi.

Tatiana Della Carità