Afghanistan, le salme sono in Italia

Il C130 dell’Aeronautica, con a bordo le salme dei due alpini uccisi lunedì scorso in Afghanistan, è appena atterrato all’aeroporto militare di Ciampino.

Ad accogliere il sergente maggiore Massimiliano Ramadù 33 anni, e il caporal maggiore scelto Luigi Pascazio, 25 anni, entrambi del 327/o Reggimento Genio guastatori di Torino, c’erano il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, i presidenti di Senato e Camera, Renato Schifani e Gianfranco Fini, il ministro della Difesa Ignazio La Russa e i vertici militari.

In particolare, Giorgio Napolitano, si è avvicinato alle due bare avvolte nel tricolore ed ha poggiato per qualche secondo la mano prima su una e poi sull’altra. Il tutto mentre nell’aria aleggiavano le commoventi, note del Silenzio.

Il picchetto d’onore era formato dall’ IX reggimento Alpini dell’Aquila, anche se sulla pista era presente una rappresentanza di tutte le forze armate.

Marco Di Mico