Bangkok: un fotografo italiano è morto

Almeno cinque persone, fra le quali un fotografo italiano, Fabio Polenghi, 45 anni, sono state uccise negli scontri di stamani a Bangkok fra  manifestanti anti-governativi e forze di sicurezza, nella zona di Saladeng, a circa un chilometro dal centro dell’accampamento dei manifestanti.
Il direttore dell’ospedale della polizia, Jongjet Aoajenpong, ha reso noto:  “Un italiano è stato portato morto all’ospedale. E’ un giornalista ed è stato colpito allo stomaco”.

Dalla ricostruzione sembrerebbe che quando l’esercito ha  sfondato la barricata, ci sia stata una breve resistenza da parte delle camicie rosse; ciò avrebbe indotto la polizia ad aprire il fuoco, causando la morte di cinque persone, fra le quali il fotografo italiano.
A riconoscere il corpo è stata una sua amica, grazie alle immagini trasmesse in televisione; “Mi ha detto che stava bene e che era tutto ok”. Intanto la Farnesina non ha ancora confermato ufficialmente l’identità dell’individuo anche se il ministro Frattini ha detto che ci sono “alte probabilità” che l’italiano morto in Thailandia sia Fabio Polenghi.

Luca Bagaglini