Cinema: Prince of Persia

Tratto dall’omonimo videogame la Walt Disney Pictures lo trasforma in un action movie combinando divertimento, magia e secchionate d’azione. Prince of Persia è la storia del principe Dastan ( Jake Gyllenhaal) in fuga assieme alla gran sacerdodessa Tanina per proteggere  un potente pugnale contenente le sabbie del tempo, una sostanza mistica in grado di alterare il corso del tempo. Ma Dastan e Tamina non sono i soli e unici interessati alle sabbie e all’iconico pugnale e dovranno dar fondo a tutte le proprie risorse per proteggerlo da una schiera di malfattori condotti dal malvagio Nizam. I videogame che si sono magicamente evoluti in film nel corso degli anni non hanno riscontrato il successo previsto ad esempio Final Fantesy, Mortal Combat, Resident Evil e via dicendo ma questo esperimento ha tutte le carte in regola per incentivare gli incassi del botteghino. Di certo non sarà un game over per le entrate. Gyllenhaal si è prepareto molto per questa sua prova interpretativa, sia a livello fisico, dove il giovane attore sfoggia un fisico definito e sia a livello di dialettica. Infatti Jake ammette di essersi allenato molto per irrobustire il suo accento rendendolo molto più anglosassone. Unico problema la lotta continua dell’attore con i lunghi capelli. Per i fanatici della consolle un film da non perdere e per i non fanatici un insert coin che non verra sprecato.

Zolpho Paolo-