I KISS incendiano ancora Milano

Dopo trentasette anni di carriera i Kiss sono ancora capaci di due ore a suon di rock, effetti speciali e gadget. La band newyorchese di Gene Simmons e Paul Stanley ha presentato i suoi successi più noti oltre a una manciata di canzoni tratte dall’ultimo album “Sonic Boom”.

E per i Kiss il tempo non sembra davvero passare, complici forse anche il make up pronunciato che nasconde ogni magagna.

Il Forum di Assago strapieno, gente stipata persino sotto il tetto.

Inizio con il botto con la band che, dopo un breve video introduttivo entra tra fumi e botti sulle note di “Modern Day Dalilah“, uno dei pezzi nuovi. Simmons, Stanley e il secondo chitarrista Tommy Thayer vengono calati sul palco da una piattaforma semovente che scavalca letteralmente la batteria alla quale siede Eric Singer.

Non mancano numeri ad effetto, con tanto di sangue vomitato. E alla fine un’immancabile capatina al banco merchandising con chiavi usb, bambolotti, bacchette e pelli di batteria firmate e magliette di ogni tipo.

I Kiss non deludono mai.

Emiliano Stefanelli