Creata la vita sintetica

La notizia è di quelle che fanno drizzare i capelli in testa e che pongono enormi problemi etici. È stata costruita in laboratorio la prima cellula artificiale auto replicante. Il padre di questa nuova forma di vita è un computer.

Secondo Craig Venter – lo scienziato che ha raggiunto questo incredibile risultato – “E’ la prima cellula sintetica che mai sia stata prodotta e la chiamiamo sintetica perché la cellula è totalmente derivata da un cromosoma sintetico, ottenuto in un sintetizzatore chimico utilizzando quattro combinazioni di sostanze chimiche, a cominciare dalle informazioni in un computer”

La cellula sintetica può essere utilizzata per ripulire l’atmosfera dal biossido di carbonio, oppure per preparare vaccini migliori, oppure per realizzare batteri utili per produrre combustibile, oppure, come spesso accade con le invenzioni, avrà sviluppi e utilizzi del tutto imprevedibili. Per Venter, comunque, questo risultato ha cambiato “le mie opinioni per quanto riguarda le definizioni di ciò che è la vita, e di come la vita si manifesta”.

Marco Di Mico