Ritorna Twin Peaks. Su Steel la serie cult

Da lunedì 24 maggio il canale del digitale terrestre Mediaset STEEL riproporrà in esclusiva il celebre telefilm di David Lynch. Dopo vent’anni, la serie che ha cambiato la televisione moderna torna a fare parlare di sè.

Chi ha ucciso Laura Palmer?

Il 9 gennaio 1991 Canale 5 trasmette uno spot con questo inquietante interrogativo. Farà storia il nome di Laura Palmer, la musica di Badalamenti, e il cartello della tranquilla cittadina di Twin Peaks.

David Lynch non si smentisce. Il male, si trova anche dove sembra non poter esistere. “I segreti di Twin Peaks” divenne una serie destinata a diventare il cult del decennio. Vent’anni fa 11 milioni d’italiani restarono incollati davanti alla tv per 90 minuti. Un pubblico impensabile per le fiction di oggi. m.

Scritta da Lynch insieme a Mark Frost, prodotto dall’Abc in due stagioni (8 episodi la prima, 22 la seconda), Twin Peaks, è una serie innovativa e inedita sul piano del racconto perché al classico poliziesco intreccia passioni, intrighi e tradimenti di provincia con elementi soprannaturali, visioni oniriche, mondi paralleli popolati da spiriti.

Il regista cult americano David Lynch porta il cinema sul piccolo schermo in formato seriale.

Una ragazza viene trovata senza vita lungo la riva del fiume di una tranquilla cittadina immersa verde dei boschi ai confini con il Canada. E’ completamente nuda ed avvolta in un telo di plastica. E’ Laura Palmer (Sheryl Lee), una delle ragazze più popolari della città.

L’intera prima puntata è incentrata sul dolore della città per la morte di Laura, a cominciare dal padre, Leland Palmer (Ray Wise). Incaricato delle indagini, arriverà in città l’agente speciale dell’Fbi Dale Cooper (Kyle MacLachlan, attore feticcio di Lynch). l suo sarà un ruolo chiave per risolvere il mistero della morte di Laura che, ben presto, si scoprirà non essere quella tranquilla e brava ragazza che sembrava. Rapporti con altri uomini, droga, ambiguità d’ogni genere e perfino prostituzione, sono alcuni dei segreti della reginetta del liceo. Da antologia della televisione rimarranno negli annali i monologhi di Cooper con il suo registratore vocale indirizzato alla sua segretaria (Diane….)

Quello che inizialmente sembra solo un (bel) giallo rivela scenari inediti per la televisione di 20 anni fa. Spiriti malvagi che entrano nei corpi degli abitanti di Twin Peaks, varchi spazio-temporali che si aprono nei boschi dando accesso a luoghi extradimensionali (la loggia bianca e la loggia nera), sogni-incubi che all’agente Cooper rivelano indizi per arrivare all’assassino di Laura, visioni che inquietano i protagonisti (ma anche i telespettatori)…

Twin Peaks è tornato. Con la sua carica di inquietudine.

Emiliano Stefanelli