Malaysia, 2.000 tonnellate di greggio in mare

Nuovi problemi per l’ecosistema marino. Questa volta l’allarme arriva dalla Malaysia, dove una petroliera si è scontrata al largo di Singapore contro una nave cargo.

Il comandante ha riferito che la collisione fra le due navi ha causato un grande squarcio sul lato sinistro della cisterna, una voragine di dieci metri, mentre duemila tonnellate di greggio sarebbero già state riversate in mare nella zona dell’incidente.

La petroliera rimasta vittima dello scontro si chiama Bunga Kelana, ed è una nave classe Aframax, costruita nel ’98. Le cisterne hanno una portata di 105,784 tonnellate.

Marco Di Mico