Cinema: “Che fine ha fatto Osama Bin Laden? “

Ritorna sul grande schermo il documentarista Morgan Spurlock che dopo “Super size me” torna con un nuovo irriverente documentario. Per ” Super size me” Morgan si era sottoposto ad una dieta particolare; cioè mangiare colazione, pranzo e cena dal Mc Donald per un mese di fila per testare sul suo corpo gli effetti negativi di questa alimentazione. Ora si spinge su altri lidi. Dato che sta per diventare padre inizia a preoccuparsi della sicurezza della propria famiglia e siccome Spurlock è un’artista geniale la sua ansia di sicurezza si spinge oltre al quartiere e alla scuola giusta. Morgan vuole che suo figlio cresca in un mondo sicuro e decide di partire  alla caccia del nemico pubblico numero uno degli States e del mondo civile: Osama Bin Laden. Dopo un corso di soprevvivenza e una massiccia dose di vaccini, Morgan inizia il suo viaggio in Medio Oriente dove si confronterà con il mondo mussulmano. La domanda “dove si nasconde Bin Laden” è la chiave per scoprire e capire i suoi interlocutori e alcuni problemi chiave del XXI secolo, per scoprire che non tutti i mussulmani sono kamikaze ma gente semplice che desidera una casa tranquilla e istruire i propri figli per un futuro migliore proprio come lui. Dopo le multinazionali del cibo Spurlock si sposta sulla grande industria del terrorismo internazionale. Lo stile è il solito; irreverenza, umorismo e un po’ di approfondimento. “L’esperimento” è forte e coraggioso e il regista vorrebbe smuovere un po’ le coscienze e i luoghi comuni che circondano un contesto sociale a noi sconosciuto. Con “Super size me” aveva centrato l’obbiettivo ora aspettiamo l’uscita nella sale se anche questa volta l’artista ci farà riflettere sempre con un velo di sorriso sul volto.

-Zolpho Paolo-