Mini Cooper: arriva la 4×4

Su uno dei circuiti dell’Aci austriaco c’è l’assaggio della Countryman, variante abbondantemente ridimensionata della Mini: la quarta Mini, dopo la hatchback, la Cabrio e la Clubman. La linea di produzione (a Graz, Austria) comincerà a girare in agosto e le vendite partiranno il 18 settembre: la Mini Countryman (traduzione: la Mini del contadino) viene proposta anche con la trazione 4×4. Una crossover, ma Mini. Inconfondibilmente Mini. Una Mini lunga più di 4 metri, con 4 porte e 4 o 5 posti: sterzo diretto, motore pronto, cambio dall’escursione breve e gli innesti precisi, assetto sportiveggiante. Insomma, maneggevolezza e tenuta di strada. Non lo stesso feeling da kart della berlina, ma agilità senza sbavature. L’interno è tutto 100% Mini. Cambia la percezione dello spazio: si viaggia comodi in quattro. E i posti dietro possono scorrere di 13 centimetri. Vedremo le versioni di serie, ma una cosa è già chiara: il piacere della guida è stato salvaguardato. Cinque motori al lancio, tutti Euro 5: tre a benzina (1.6 da 98, 122 e 184 cavalli, quest’ultimo per la Cooper S) e due a gasolio (1.6 da 90 e 122 cavalli: motori non più Psa, ma Bmw). Da 21.400 a 28.950 euro il listino.

Emiliano Stefanelli