Scompare Dennis Hopper, la leggenda di “Easy Rider” e “Apocalypse Now”

E’ scomparso Dennis Hopper, all’età di 74 anni, nella sua casa di Venice in California, per complicazioni dovute al tumore alla prostata di cui era sofferente. La morte di Dennis Hopper, noto al grande pubblico per la sua opera come regista ed interprete, insieme a Jack Nicholson, del film “Easy Rider“, è stata comunicata da un amico dell’attore all’agenzia Reuters, Alex Hitz, che aggiunge “E’ morto circondato dai suoi cari”. Il tumore alla prostata che lo affliggeva non ha certamente facilitato i suoi ultimi giorni di vita: ormai pesava solo 45 chili e non poteva essere sottoposto a chemioterapia.

La carriera cinematografica di Hopper, durata oltre 50 anni, era iniziata con James Dean, dal quale era stato scoperto ed aiutato nel suo approdo nel Jet Set. Come già ricordato, oltre ad “Easy Rider”, fra le sue interpretazioni migliori si annoverano “Apocalypse Now“, “Blue Velvet” e “Speed”. L’attore ha ricevuto due nomination all’Oscar: una per la regia di “Easy Rider”, l’altra per l’interpretazione di un allenatore di basket alcolizzato nel film “Colpo Vincente”.

Gli ultimi mesi della sua vita sono stati particolarmente tormentati anche a causa della vicenda del suo divorzio dalla quinta moglie Vittoria. A Dennis Hopper sopravvivono i suoi 4 figli.

Emiliano Tarquini