Tennis, Roland Garros: Pennetta e Schiavone alla conquista di Parigi

PARIGI – Parigi si tinge d’azzurro. Due italiane negli ottavi al Roland Garros, il torneo più importante del mondo sulla terra rossa: Flavia Pennetta e Francesca Schiavone. Non succedeva dal 2001, quando le azzurre qualificate al quarto turno furono addirittura tre: Silvia Farina, Rita Grande e la stessa Schiavone, che poi raggiunse i quarti.

E’ la quinta volta nella storia del torneo parigino che abbiamo almeno due tenniste italiane in corsa negli ottavi di finale. In passato era accaduto nel 1959 con Lucia Bassi e Silvana Lazzarino, nel 1960 con Lea Pericoli e Silvana Lazzarino, nel 1985 con Raffaella Reggi e Sandra Cecchini e appunto nel 2001 quando erano tre.

Oggi per la Pennetta c’è la danese Caroline Wozniacki (n.3), mentre per la Schiavone affronta la russa Maria Kirilenko (n.30). Le due sfide si giocano sul “Suzanne Lenglen”: dovessero vincere entrambe avremmo un quarto di finale tutto italiano e quindi una semifinalista azzurra.

Due le tenniste italiane che hanno raggiunto le semifinali qui al Roland Garros: Annalies Ulstein Bossi Bellani nel 1949 e Silvana Lazzarino nel 1954.

PENNETTA VS WOZNIACKI – Sicura, determinata e convinta dei proprio mezzi. Flavia, testa di serie numero 14 (15 Wta), nei primi tre turni ha concesso appena 9 games alle avversarie, gestendo alla perfezione (era il secondo turno) le tensioni del derby azzurro contro l’amica e compagna di Fed Cup Roberta Vinci, con la quale in passato aveva perso quattro volte. Grande condizione fisica, grande spinta, grandi accelerazioni soprattutto di rovescio.

La ventottenne brindisina ha eguagliato il suo miglior risultato al Roland Garros: anche due anni fa aveva raggiunto il quarto turno sulla terra rossa parigina. Prossima avversaria Caroline Wozniacki, numero tre del tabellone. La danese conduce due a zero nei precedenti, giocati entrambi nel 2009: lo scorso anno ha battuto Flavia sulla terra rossa a Bastad in tre set (63 46 62) e sul cemento a New Haven in due set (64 61).

Flavia vanta due quarti di finale nei tornei dello Slam, entrambi agli US Open (2008 e 2009). In carriera ha conquistato 9 titoli Wta e nel 2010 ha vinto a Marbella. Lo scorso 17 agosto è stata la prima tennista italiana a raggiungere lo storico traguardo dell’ingresso tra le top-ten.

La Wozniacki, che compirà 20 anni a luglio, è la più giovane tra le top ten. Tennista moderna e completa, è molto potente. E’ stata finalista agli US Open lo scorso settembre. Al Roland Garros non era mai andata oltre il terzo turno nelle precedenti tre partecipazioni e quest’anno ha vinto il torneo di Ponte Vedra (settimo titolo in carriera).

SCHIAVONE VS KIRILENKO- Venerdì Francesca, 17esima testa di serie e (17 Wta) ha compiuto un piccolo capolavoro mettendo ko la cinese Na Li, numero 11 del tabellone, in due set: 64 62. Un grande successo quello della ventinovenne milanese contro un’avversaria con la quale aveva perso due volte su tre, tecnicamente e tatticamente molto forte. Come Flavia, anche Francesca sta mettendo in mostra una grande condizione sia fisica che mentale. Contro la Na Li è scesa in campo con la grinta che da sempre la contraddistingue ed ha sempre anticipato le mosse della rivale, variando molto il gioco.

Per lei negli ottavi c’è la russa Maria Kirilenko, testa di serie numero 30 (è anche 30 Wta), che ha eliminato la campionessa uscente Svetlana Kuznetsova (n.6) in tre set: 63 26 64.

L’azzurra conduce 3-1 nei precedenti con la Kirilenko e nell’unica occasione in cui ha perso, a Seul nel 2009, si è ritirata nel corso del secondo set.

Francesca ha la possibilità di centrare ancora un quarto di finale in uno dei quattro tornei maggiori. La milanese è l’unica tennista azzurra a poter vantare i quarti in tre dei quattro Slam: Roland Garros 2001, US Open 2003 e Wimbledon 2009.

Ventitrè anni di Mosca, la Kirilenko come la maggior parte delle sue connazionali cerca di tenere alto il ritmo cercando la potenza negli scambi. Il suo miglior ranking mondiale è stato 18 nel luglio 2008. Sulla terra gioca molto bene visto che si è allenata in Spagna (attualmente il suo coach è il fratello Yuri): infatti nel 2008 ha vinto all’Estoril e Barcellona. A Parigi, nelle precedenti 6 partecipazione, non era mai andata oltre il terzo turno. Il miglior risultato nei tornei dello Slam lo ha centrato ad inizio 2010 qualificandosi ai quarti degli Australian Open. Recentemente è stata battuta a Roma nei quarti da Serena Williams. In carriera vanta 5 titoli Wta.

Angelo Mancuso – Fit