Gaza: Israele assalta navi pacifiste, “Almeno 15 morti”

    L’azione della marina israeliana nella notte contro il convoglio Freedom Flotilla che si stava dirigendo verso la Striscia di Gaza per forzare il blocco e portare aiuti umanitari ai palestinesi. Le navi trasportavano generi di prima necessità, alimentari e alcune case prefabbricate per i profughi palestinesi. I militari hanno sparato, le vittime sono almeno 15 secondo i volontari a bordo ma il bilancio potrebbe salire. I militari: “Dalla nave hanno sparato sui commando che stavano salendo a bordo”. La denuncia delle ong: “Assalto illegale in acque internazionali”. Protesta ufficiale di Ankara, che convoca l’ambasciatore. Attaccata l’ambasciata di Israele a Istanbul, Hamas chiama all’Intifada “contro le ambasciate”.

    La Farnesina sta verificando se, nell’assalto israeliano alla flotta umanitaria in rotta verso Gaza, siano stati coinvolti anche gli italiani che erano sul convoglio di navi. Fonti diplomatiche hanno sottolineato che l’ambasciata e il consolato italiani sono in stretto contatto con le autorità israeliane.

    L’esercito israeliano ha confermato che ci sono morti e feriti tra i passeggeri a bordo della nave assaltata dai commando della marina militare israeliana e dichiara che dalla nave attaccata sono partiti spari contro i commando che stavano salendo a bordo.