New York, Paesaggio de\Scritto: siti italiani, patrimonio mondiale dell’umanità

S’inaugura venerdì 4 giugno 2010, la mostra “Il Paesaggio de\Scritto”, dedicata ai 44 siti in Italia, che appartengono alla lista del patrimonio mondiale dell’umanità (UNESCO world heritage sites). La mostra fotografica, già ospitata dal 13 marzo al 18 aprile 2010 nelle sale di Villa d’Este, a cura di Tommaso Gavioli, presenta il lavoro di Luca Capuano, incaricato di compiere una ricerca iconografica sul Patrimonio italiano.
Fino al 16 luglio, a New York, presso la Casa Italiana Zerilli Marimò sarà possibile ammirare 450 fotografie, frutto di 9 mesi di lavoro. Una documentazione accurata sullo stato dell’arte dei luoghi facenti parte della Lista in Italia che al contempo propone al pubblico una visione complessiva dello straordinario paesaggio che abbiamo la responsabilità di preservare e capire.  
Dalle Dolomiti alla Sicilia lungo la Penisola che tutti ci invidiano, della bellezza e dei contrasti, dei centri storici, dei monumenti più celebri o delle preziose località spesso poco conosciute dal grande pubblico, la mostra parlerà un linguaggio iconografico particolare e unico, impregnato allo stesso tempo di atteggiamento documentale e rappresentazione della contemporaneità: è infatti lo sguardo di un solo unico autore, fotografo di architettura ma anche autore forte e indagatore dell’attuale, rigoroso nelle prospettive e nella ricerca sugli spazi, a farsi interprete di questa indagine particolare a metà tra la necessità di una filologia di un Patrimonio, costituitosi nel proprio tempo con il suo percorso storico e i suoi significati originali, ed il rapporto espressivo che esso oggi ha con il presente. 
Le fotografie di Luca Capuano, realizzate nel corso di diversi mesi e lungo migliaia di chilometri, riescono a raccontare i Beni culturali e ambientali attraverso una visione nuova. I siti  per essere rappresentati senza persone ed elementi di modernità, sono stati perlopiù fotografati fuori orario di affluenza come la mattina presto, al tramonto o addirittura la notte. Scatti “senza tempo” che non vogliono porre l’oggetto come lontano e irraggiungibile.

Il  paesaggio de\Scritto | UNESCO italian world heritage sites
4 giugno – 16 luglio 2010
Casa Italiana Zerilli Marimò della New York University
New York
Sito internet: casaitaliananyu