Israele, Stefania Craxi annuncia la liberazione dei sei attivisti italiani

    Il sottosegretario agli Esteri Stefania Craxi ha da poco comunicato che i sei attivisti italiani fermati dalle autorità israeliane dopo il blitz contro il convoglio Freedom Flotilla diretto nella Striscia di Gaza per portare aiuti umanitari sono stati stati espulsi ed ora sono liberi. I sei, usciti dalla prigione di Beer Sheva, sono saliti su un pullman che li sta conducendo all’aeroporto internazionale Ben Gurion di Tel Aviv: qui prenderanno un volo diretto in Turchia. Secondo quato si apprende da fonti locali, il trasferimento sta avvenendo sotto scorta e senza possibilità di contatti con l’esterno.

    Il ministro degli Esteri Franco Frattini si è detto soddisfatto “della collaborazione offerta dal governo di Israele” e ha ringraziato l’ambasciata italiana a Tel Aviv per l’impegno.

    Fonti del Ministero degli Esteri israeliano confermano intanto che in queste ore stanno avvenendo decine di espulsioni di attivisti stranieri, fino a ieri in stato di fermo. Nel corso di questa notte è stata infatti completata l’espulsione verso la Giordania di 124 persone provenienti da vari paesi arabi.

    Tatiana Della Carità