Ong Bak si ritira in convento

In Italia forse i suoi fan non saranno numerosissimi, ma sono assai agguerriti. Parliamo di Tony Jaa, la star della serie di arti marziali Ong Bak, acclamato da più parti come il nuovo Bruce Lee (thailandese).Che, dopo una carriera fulminante durata l’arco di pochi anni (il primo Ong Bak è del 2003), ha deciso di ritirarsi dal cinema (perlomeno momentaneamente) e di farsi monaco buddista.

Lo scorso venerdì, infatti, Jaa si è recato a dorso d’elefante presso il monastero di Surin, in Thailandia, si è rasato il cranio e ha preso i voti. Alcuni sostengono che la mossa di Jaa sia stata in realtà attentamente studiata per sottrarsi a degli obblighi contrattuali in scadenza nel 2012 con la società di produzione Sahamongkol, e che non appena risolto o scaduto il contratto Jaa tornerà a menar le mani e roteare calci sul grande schermo.

Emiliano Stefanelli