Sprechi: politici percepiscono ben due stipendi

Da tempo ormai si sentono dichiarazioni da parte dei nostri politici che bisogna fare economia, cercare di evitare sprechi per consentire all’Italia di superare indenne questa crisi che sta attanagliando tutto il mondo.

Si cercano soluzioni ad hoc per “raccimolare” fondi in grado di far respirare i bilanci dello Stato. Da più parti si è auspicato il taglio delle pensioni, c’è chi vuole aumentare le tasse e molti hanno già perso la tredicesima.

Qualche politico si è decurtato lo stipendio, anche se sono solo “mosche bianche”, la verità è che ci sono ancora troppi sprechi e soprattutto da parte di chi invece dovrebbe dare l’esempio.

Da alcune indagini è emerso che 14 parlamentari nazionali vengono pagati ben due volte!

I parlamentari in questione percepiscono un primo stipendio da deputato o senatore di circa 10 mila euro e poi anche una pensione per aver lavorato all’Ars (Assemblea Regionale Siciliana) pari ad 8 mila euro mensili.

Sembra paradossale, ma siamo in Italia e quindi è tutto vero! Chi sono questi privilegiati? Facciamo nomi e cognomi! Ci sono due ex presidenti della Regione, Salvatore Cuffaro e Angelo Capodicasa; un ex ministro, Calogero Mannino e un ex presidente dell’Ars, Nicola Cristaldi.

A ricevere la pensione d’oro anche Leoluca Orlando, attuale portavoce di Italia dei Valori, che ha ricoperto il ruolo di sindaco di Palermo per dieci anni.

Beneficiano, inoltre,del doppio compenso nove ex assessori regionali: Salvatore Fleres, Fabio Granata, Vladimiro Crisafulli, Alessandro Pagano, Giuseppe Firrarello, Ugo Grimaldi, Dore Misuraca, Raffaele Stancanelli e Sebastiano Burgaretta Aparo.

Francesco Cascio, presidente dell’Ars, già l’anno scorso si era mostrato favorevole all’abolizione di questo privilegio.

Il presidente ha dichiarato di aver inserito all’ordine del giorno del prossimo consiglio di presidenza, che si terrà il 9 giugno, la sospensione del vitalizio regionale per chi ha altri incarichi governativi.

Quindi noi aspetteremo impazienti quel giorno e vedremo come andrà a finire, nel frattempo faremo un “nodo al fazzoletto” come fanno a “Striscia la notizia” e torneremo a controllare.

E’ incredibile però che al giorno d’oggi si possano permettere ancora questi scempi e così alla “luce del giorno”, quando ci sono tantissimi italiani disoccupati, in cassa integrazione e troppi, purtroppo, sotto la soglia di povertà. Ci sono troppe persone come questi politici che predicano bene e poi razzolano molto male!

Come possono essere credibili agli occhi degli italiani onorevoli che da una parte fanno appelli chiedendo di resistere alla crisi, di fare sacrifici e accettare una situazione economica allarmante come quella italiana e poi percepiscono come se niente fosse un doppio lauto stipendio?

Come faceva una nota pubblicità di un gelato? Two is meglio che one!

Speriamo che questo scandalo possa finire al più presto. C’è chi ha due stipendi e invece ci sono molti che non ne hanno nemmeno uno. La vita è davvero ingiusta…..in Italia!

Fabio Porretta